Zuppa di ortica

In sintesi

Difficoltà: Facile
Totale: 65 minPreparazione: 20 minCottura: 45 min
Portata: Primi
Ricetta di: Zuppe

Il consiglio

Crostini di pane. I crostini di pane fritti sono un accompagnamento classico di zuppe e potage. Per ottenerli leggeri, non unti e giustamente dorati occorre friggerli in maniera particolare. Fate fondere dolcemente una noce di burro in una padella antiaderente in modo da velarne il fondo quindi, fuori dal fuoco, versatevi dei dadini di pane, ricavati dal pancarrè senza crosta, e girateli più volte in modo che si rivestano leggermente di burro. Solo a questo punto mettete la padella sulla fiamma tenuta al minimo e, usando una spatola di legno, rivoltate continuamente i crostini in modo da farli tostare in maniera uniforme, senza bruciacchiature. Una volta tolti dalla padella passate i crostini su un foglio di carta da cucina per assorbirne l'unto in eccesso.

Preparazione

Pelate le patate, tagliatele a dadini e sciacquatele. Indossate i guanti di gomma e lavate l’ortica.

Scaldate il burro in una casseruola e fatevi appassire dolcemente la parte bianca del porro affettata, facendo attenzione che non prenda colore.

Unite i dadini di patata e circa due terzi dell’ortica e, mescolando, fate insaporire a fuoco dolce per cinque minuti.

Bagnate con 1,2 l di acqua bollente, salate e fate bollire la zuppa per circa mezz’ora. Passate dal passaverdure e rimettete la zuppa nella casseruola.

Unitevi l’ortica lasciata da parte, tagliuzzata grossolanamente, e fate cuocere ancora per circa un quarto d’ora.

Regolate il sale e, fuori dal fuoco, completate la zuppa con la panna.

Servite la preparazione ben calda passando a parte i crostini di pane.

Il consiglio

Crostini di pane. I crostini di pane fritti sono un accompagnamento classico di zuppe e potage. Per ottenerli leggeri, non unti e giustamente dorati occorre friggerli in maniera particolare. Fate fondere dolcemente una noce di burro in una padella antiaderente in modo da velarne il fondo quindi, fuori dal fuoco, versatevi dei dadini di pane, ricavati dal pancarrè senza crosta, e girateli più volte in modo che si rivestano leggermente di burro. Solo a questo punto mettete la padella sulla fiamma tenuta al minimo e, usando una spatola di legno, rivoltate continuamente i crostini in modo da farli tostare in maniera uniforme, senza bruciacchiature. Una volta tolti dalla padella passate i crostini su un foglio di carta da cucina per assorbirne l'unto in eccesso.
  • Abbonati a Premium
      [polylang]
    X
    X