Dominioni. Pasta University per giovani imprese. «Il futuro è degli artigiani»

5 Mag 2021, 14:45 | a cura di Gambero Rosso

Dominioni. Una delle aziende leader nei macchinari per i pastifici

Sembra un paradosso, eppure proprio nel periodo della emergenza sanitaria e di una delle più grandi crisi economiche a livello globale, sembra ripartire il mercato della pasta. Anzi, sembra che ripartano i progetti di chi vuole fare la pasta a livello artigianale. Nonostante si sia detto che le persone la pasta se la fanno in casa da soli, invece il mercato della pasta artigianale è sempre molto attivo. «Anzi, sono almeno 10 anni, e la tendenza continua, che assistiamo a un vero e proprio ritorno del laboratorio artigiano – spiega Fabrizio Dominioni, figlio di Pietro, fondatore di una delle aziende leader in Italia nei macchinari per i pastifici – Mentre intorno al 2000 e fino al 2010 l’industria aveva il predominio, oggi c’è un ritorno all’artigianalità sia nella richiesta dei consumatori e sia dunque nelle scelte imprenditoriali di produzione. Così, sono molti oggi gli imprenditori che puntano ad aprire laboratori per la realizzazione di prodotti di alta qualità che non si trovano nella Grande Distribuzione. Noi vogliamo sostenere e affiancare gli imprenditori in questo percorso di impresa, spesso anche di carattere famigliare».

La Dominioni è un colosso nella costruzione di macchinari per la pasta. È stata negli anni passati acquisita da una multinazionale statunitense e si è occupata soprattutto di grandi macchine per l’industria.  «L’azienda nasce con papà Pietro nel 1966: lui aveva una grande esperienza essendo un tecnico dell’Ima, prima costruttrice di raviolatrici al mondo. Fino agli anni ’80 non c’era produzione industriale di pasta fresca e i clienti erano soprattutto artigiani. Poi, quando si svilupparono le prime tecnologie per la conservazione della pasta fresca, noi fummo tra i primi a sperimentare la pastorizzazione. Io, che sono entrato in azienda nel ’90, ho avuto rapporti soprattutto con la grande industria per cui noi realizzavamo – e realizziamo – macchine su misura, come fossimo dei sarti. Nel 2017 c’è stata l’esperienza americana, ma dopo tre anni io, mia moglie Lilia e mio nipote Andrea Butti, ci siano ripresi alcuni asset della società e siamo ripartiti con una immensa esperienza sulle spalle».

Il 2020, dunque, per la Dominioni è un anno di ripartenza. «E lo facciamo con una nuova spinta e nuovi progetti, a partire dalla formazione: crediamo molto, anche con l’aiuto del Gambero Rosso, che sia fondamentale formare i nuovi artigiani pastai. Vogliamo essere accanto a chi voglia investire e ripartire con nuove attività: vogliamo dar loro la possibilità di imparare con i nostri tecnici, di acquisire almeno parte della nostra esperienza in questo mondo, e li invitiamo a seguire la nostra Pasta University, un vero e proprio trampolino di lancio per nuovi imprenditori dove approfondire la scienza della pasta fresca. Un lavoro che vogliamo mirare anche molto sull’estero: si tratta di un settore dove con meno di 50mila euro si riesce a far partire una piccola, seria azienda di qualità e a raggiungere il breack even in un paio di anni».

 

Al fianco degli artigiani

Si chiama P 55 R Evo ed è pensata ad hoc per i laboratori artigianali di pasta fresca. Supporta un volume di produzione di qualsiasi pasta che va dai 45 ai 55 chili orari per le paste corte, lunghe o sfoglie; da 50 e fino a 60 kg l’ora per la pasta ripiena. La macchina è un concentrato di tecnologia e di funzionalità, estremamente intuitiva nell’uso. Di serie: doppia vasca impastatrice in acciaio inox, gruppo taglia pasta automatico per paste corte, ventilatore per asciugatura, basamento privo di spigoli rivestito in un guscio in ABS termoformato completamente lavabile, vite e canotto di estrusione in acciaio inox. Optional: pannello di controllo con touch screen per l’intera gestione direttamente o da remoto, gruppo raviolatrice automatico a doppia sfoglia per paste ripiene, gruppo arrotolatore automatico per sfoglia, unità di refrigerazione per canotto di estrusione.

Fuoriclasse da banco

Il modello Italia Baby, è una macchina da banco ed è pensata ad hoc per ristoranti, catering, strutture horeca e mense. Ha una capacità che va dai 9 ai 12 kg di pasta fresca l’ora. Il suo design accattivante ne fa una sorta di macchinario da scena e propone di serie: mixer automatico ed estrusore “tutto in uno”, estrusore professionale con motore testato per uso fino a 6 ore al giorno, mixer in acciaio inossidabile rimovibile per una facile pulizia, selezione di 40 tipi di trafile per dare alla pasta un effetto artigianale, ripieno regolabile dal 40% fino al 50% per la pasta a doppia sfoglia.

DOMINIONI srl Lurate Caccivio (CO) – via Repubblica, 6 – 031491926 – dominionipasta.com

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X