È cominciato a Oriente il tour internazionale del Top Italian Wines Roadshow 2016/2017, tra Pechino e Taipei, Hong Kong e Tokyo. E l'occasione è buona per premiare i Top Italian Restaurants 2017. Tutti i protagonisti nelle video interviste della redazione del Gambero Rosso.  

Ricomincia dall’Estremo Oriente e dal Sud Est asiatico il calendario internazionale del Gambero Rosso. E il mese di novembre trascorre tra Pechino, Hong Kong, Taipei, Seoul, Osaka, Tokyo all’insegna dell’eccellenza made in Italy nel mondo. La trasferta asiatica di queste settimane sta coinvolgendo gli esperti della redazione in un tour tra le principali metropoli di un’area strategica per la promozione della migliore enogastronomia nazionale, con un palinsesto di eventi che si articola tra le masterclass e le degustazioni del Top Italian Wines Roadshow (alla decima edizione, dopo la presentazione della guida Vini d’Italia 2017, lo scorso 29 ottobre a Roma) 2016/2017 e la scoperta dei più grandi rappresentanti della cucina italiana all’estero che onorano la Top Italian Restaurants 2017, premiati dalla guida del Gambero Rosso in quanto ambasciatori della ristorazione italiana nel mondo.

Come la pizzeria Antico Forno di Taipei, che riceve il premio per la miglior pizza della città: nella video intervista alla nostra redazione Augustin Wu, proprietario dell’insegna, ci racconta cosa significa investire in prodotti di prima qualità e formazione per ottenere un buon risultato finale. A Pechino, invece, abbiamo incontrato i fratelli Salvo nella loro Bottega per scoprire quanto piace la pizza napoletana nella capitale cinese, ma pure il giovane chef Nello Turco nella cucina di Mio, il primo ristorante italiano a strappare le Tre Forchette tricolore nella guida Top Italian Restaurants. Mentre da Hong Kong facciamo il punto sul mondo dell’export enologico e sul trend del vino italiano in città con tanti addetti ai lavori che si raccontano ai nostri microfoni, da Raimondo Romani Giandomenico Caprioli, a Domenico Montresor.

E tanti altri ancora sono i contributi video curiosi e interessanti che restituiscono l’idea di un universo made in Italy capace di evolversi e proliferare a migliaia di chilometri di distanza, interpretando gli stimoli di nuove culture e cercando di preservare al contempo il legame con le tradizioni di casa. Dalla lussureggiante sala di Mio, Paolo – braccio destro di Nello Turco – ci racconta di una generazione di cuochi italiani in viaggio perenne:

Avete voglia di continuare ad approfondire? Potete trovare tutte le interviste (in costante aggiornamento) sulla piattaforma dedicata del sito del Gambero Rosso. Per viaggiare con l’immaginazione verso Paesi lontani, dove l’eccellenza italiana riesce a farsi valere ogni giorno.