Conosciamo meglio Mirko Turconi di Piano 35 a Torino. L'intervista.

 

Conosciamo meglio i 10 migliori barman d'Italia, a cominciare da Mirko Turconi di Piano 35 a Torino, un locale racchiuso in uno scrigno di vetro a 160 metri di altezza con vista ultra panoramica su tutta la città.

 

Nome, cognome e data di nascita

Mirko Turconi, 1976.

Quando e come hai capito che saresti diventato barman?

Da quando sono entrato per la prima volta nel bar di mio nonno, un classico bar degli anni ‘70 dove la gente giocava a carte bevendo bicchieri improbabili di vino (fin dal mattino!) e fumando ininterrottamente. Certo non si può certo immaginarlo come un quadretto di qualità, ma io lo trovavo affascinante, per cui, eccomi qua.

La tua gavetta

Ho iniziato questo lavoro prima ancora di approfondire la materia a scuola, facevo il cameriere in una pizzeria. Poi mi sono iscritto all'alberghiero, dove capii immediatamente che la mia passione era il bar. Gli anni che seguirono la scuola furono principalmente in hotel di lusso e dopo diversi anni mi fermai in un bar stagionale in un piccolo lago dove ci rimasi per un bel po'.

Quando sei arrivato da Piano 35?

Quattro anni fa. Aprile del 2014.

Cosa ha di speciale?

Sicuramente la location, non appena sono arrivato me ne sono innamorato. È l'unico bar a Torino in cima ad un grattacielo, al trentacinquesimo piano. Da qui dominiamo la città.

Perché un cliente dovrebbe venire?

Il fatto che sia l’unico cocktail bar in un grattacielo a Torino non è cosa da poco, da qui si può godere di una vista spettacolare che spazia a 360° su tutta Torino. Poi metteteci il servizio centrato sul cliente e ovviamente i nostri drink.

Autodefinisciti in tre parole

Disponibile, curioso e goloso.

Il tuo cocktail preferito

Il Tommy’s Margarita.

Il tuo prodotto preferito

Sicuramente il Mezcal.

Qual è la moda nel settore della miscelazione che proprio non sopporti?

La doppia cannuccia di plastica.

Dopo mezcal e pisco, quale sarà il nuovo trend?

Il rum, nuovamente.

Tua miniguida per ottimi cocktail a Torino in 3 tappe

Edit, Mad Dog e Affini.

Il cocktail di Mirko Turconi di Piano 35

Che cocktail hai creato per Sanbittèr?

Giardinier Camillo.

Perché questo nome?

Perché ha la struttura di un Negroni (Camillo Negroni è l'inventore dell'omonimo cocktail) e per omaggiare il nostro giardino ad alta quota (Da Piano 35 c'è una serra bioclimatica con diverse specie di alberi e di vegetali).

Qual è la ricetta?

Cordiale di Sanbittèr Rosso al Vermouth Bianco Torino Riserva Carlo Alberto, Rum Diplomatico Mantuano, liquore al finochietto selvatico Giardini d'Amore e caffè di cicoria.

Raccontaci come ci sei arrivato

Volevo ricreare la filosofia che seguiamo da Piano 35, che è quella di creare drink semplici con ingredienti inusuali, come per esempio il caffè di cicoria, che dona note amare e si sposa bene con il Sanbittèr Rosso al Vermouth.

 

Piano 35 - Torino – Corso Inghilterra, 3 – 0114387837 - grattacielointesasanpaolo.com/lounge-bar