1 Giu 2015 / 11:06

I prodotti del mese. Giugno

a cura di

Le temperature aumentano, questa volta pare sul serio. A un passo dall'inizio dell'estate gli alberi danno i loro frutti più succulenti: ciliegie, nespole e albicocche sono protagoniste dell'inizio della stagione estiva, insieme ai primi meloni e verdure fresche e leggere.

I prodotti del mese. Giugno

Le temperature aumentano, questa volta pare sul serio. A un passo dall'inizio dell'estate gli alberi danno i loro frutti più succulenti: ciliegie, nespole e albicocche sono protagoniste dell'inizio della stagione estiva, insieme ai primi meloni e verdure fresche e leggere.

a cura di
Tutta la gallery
Chiudi gallery

Giugno è il mese che segna l'inizio dell'estate e la fine di fagiolini e taccole, mentre i carciofi già ci hanno lasciato da un po'. Insieme agli aperitivi in spiaggia, alle passeggiate in campagna, si pregustano i primi meloni dell'anno e le pesche che a breve arriveranno, ma non temete, tante sono le delizie pronte da gustare in questo periodo dell'anno.

La frutta

Prime fra tutte, le ciliegie, quelle dolci che siamo abituati a consumare fresche, raccolte dal Prunus avium, ideali da portare con sé nei primi giorni di mare o nelle passeggiate in montagna. Da non dimenticare, però, le cugine più acidule provenienti dal ciliegio visciolo, il Prunus cerasus. Da questo albero nascono i frutti ideali per marmellate, conserve e dolci: le amarene, acide e ottime se sciroppate, le marasche, piccoli frutti di colore rosso-nerastro, molto acidule e amare, alla base del liquore di origine dalmata, il Maraschino. Infine, le più amate dagli amici della Capitale: le visciole. Un frutto delizioso, perfetto nei dolci. La tradizione ebraico romanesca lo vuole abbinato a ricotta e pasta frolla, nella famosa crostata, che spesso si arricchisce anche di un sottile strato di crema pasticcera (se non l'avete mai fatto, assaggiate quella di Boccione al Ghetto!).

Dal rosso delle ciliege ci spostiamo verso le sfumature di arancione con le nespole, dalle proprietà diuretiche che aiutano le funzioni intestinali, i primi meloni e le albicocche, immancabili nei carrelli degli amanti delle confetture chiare. Acqua, zucchero, frutta e un po' di pazienza, questo è ciò che serve per ottenere un'ottima marmellata fatta in casa. Troppo caldo per una Sacher torte? Spargete un po' di confettura su una base di frolla e, una volta cotta in forno, aggiungete altre albicocche fresche come topping, una spolverata di zucchero a velo e avrete una crostata con due diverse consistenze dello stesso gusto, semplice e adatta per la prima colazione o una merenda in veranda.

Le verdure

E sul fronte verdure? È sfortunatamente ora di dire stop ai carciofi, questo lo sapete già, ma si rimane sui sapori primaverili con fagiolini, piselli e asparagi, buoni semplicemente bolliti e conditi con olio e limone, ma ancora più gustosi se abbinati a uova, come da tradizione, a salmone o a una maionese leggera; o ancora, classico dei classici, usati in un risotto mantecato con burro fresco e insaporito con un po' di timo. Nel corso del mese queste verdure saranno via via sostituite da quelle estive, prime tra tutte le zucchine e i cetrioli. Ci sono poi i ravanelli ad arricchire con il loro gusto pungente le insalate di stagione, fresche e leggere... ma attenti ai condimenti. Perché la temutissima prova costume è alle porte. Ecco che corrono in soccorso i nostri alleati più fidati: zucchine (meglio se romanesche) e cetrioli, entrambi composti per quasi il 95% da acqua, ma non per questo poco golosi.

La zucchina, in particolar modo, è estremamente versatile e molto facile da abbinare: bollita, grigliata, soffritta, al forno, fritta, non esiste tipo di cottura che la zucchina non sopporti. Ovviamente maggiore è la complessità della ricetta, maggiore il suo apporto calorico. Scegliete voi: mangiatela come contorno o in primi piatti caldi o freddi, fatela ripiena con carne, tonno o riso (soprattutto quelle tonde) o trasformatela in golose parmigiane; se piccole e tenere sono sfiziose anche crude, preparate in carpaccio e aromatizzate con limone, olio e menta. Ma veniamo al cetriolo. L'uso comune lo vuole abbinato ai pomodori e nelle insalate, ma non dimenticate di usarlo per preparare zuppe fredde o, insieme a yogurt e spezie, in salse e creme fresche da mangiare come snack leggero e rinfrescante o da usare come condimento alternativo alla maionese. Per i più golosi, l'estate è sinonimo di bruschetta, panzanella e delle friselle (o freselle) pugliesi. Per i pomodori buoni dobbiamo ancora pazientare un po', ma per una classica bruschetta con olio extravergine, un pizzico di sale e un po' di aglio appena strusciato è il momento ideale. L'aglio, dalle mille proprietà benefiche, fra cui la crescita dei capelli e la cura della pelle, dà il massimo in questo mese in cui è facile trovarlo fresco, al pari delle cipolle.

Il pesce

Come al solito gli ultimi consigli riguardano le specie ittiche. Consultate il calendario prima di recarvi alla pescheria di fiducia. Per questo mese, l'indicazione ci indirizza verso il pesce azzurro. Ricco di omega3 e gustosissimo, adatto a diverse preparazioni, il pesce azzurro, primizia del Mare Nostrum, diventa protagonista assoluto dei banchi del pesce. Palamita, sugarello, sgombro, sardine. Un consiglio su tutti? Pasta con le sarde! Finocchietto e pangrattato, e via. Volete rivisitare la ricetta tradizionale? Aggiungete qualche pomodoro secco e delle olive nere per rendere il piatto ancora più saporito.

 

a cura di Michela Becchi

Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition