Ha iniziato all'Osteria del Teatro a Piacenza, successivamente è stato, una prima volta, da Paolo Lopriore alla Certosa di Maggiano, è rimasto lì un paio d’anni, poi Bagatelle a Oslo e ancora di nuovo alla Certosa, poi al Combal.Zero del Castello di Rivoli alla corte di Davide Scabin.

Voci, indiscrezioni e rumors hanno animato tutto l'anno passato. Ma la certezza è arrivata solo ora. Paolo Lopriore abbandona la Certosa di Maggiano e si trasferisce a Como nel ristorante Kitchen del Grand Hotel. Al suo posto un volto noto tra i fuochi del ristorante senese come Matteo Monti. La vicenda della Certosa di Maggiano ha incuriosito esperti e appassionati per tutto il 2013, da quando, insomma, si era dato per scontato l’abbandono di Paolo Lopriore, uno degli chef più controversi della sua generazione. Per alcuni geniale e incompreso, per altri troppo introverso, per altri ancora non il linea con quell’offerta classica e rassicurante che gli ospiti di un grande albergo toscano di charme si aspettano da un ristorante d’hotel. Dopo tantissimi successi e qualche incomprensione, la cucina della stupenda Certosa di Maggiano cambia guida: a partire da marzo Matteo Monti al comando.

www.certosadimaggiano.com | www.grandhoteldicomo.com