Anche il Ministro Nunzia De Girolamo parteciperà all’evento per testimoniare quanto la sinergia e il gioco di squadra tra eccellenze del territorio e istituzioni sia necessario per tutelare al meglio prodotti della tradizione che offrono alti standard qualitativi.

Giuseppe di Martino, Presidente del Consorzio Gragnano Città della Pasta, l’aveva annunciato già lo scorso dicembre a Bruxelles quando, al Parlamento Europeo, la pasta prodotta a Gragnano (NA) ha ottenuto l’Indicazione Geografica Protetta (IGP). Ora è tutto pronto e il 25 gennaio la cittadella del napoletano presenterà il proprio orgoglio con Pasta & Basta!, un’intera giornata dedicata alla conoscenza della città, della sua storia e della sua produzione per eccellenza. Tra gli ospiti anche rappresentanti delle istituzioni come Nunzia De Girolamo, Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali; Paolo De Castro, Presidente Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo; Daniela Nugnes, Assessore Agricoltura - Piano di Sviluppo Rurale - Foreste, Caccia e Pesca Regione Campania; Laura La Torre, Direttore Generale MIPAAF e Roberto Varese, Dirigente Direzione Generale della Qualità del MIPAAF.
Abbiamo pensato insieme che mostrare al mondo questo processo virtuoso possa essere fecondo ed efficace metodo per rendere il nostro territorio sempre più attrattivo”. Ha detto Giuseppe di Martino. “La nostra terra è il più grande dei patrimoni che, se valorizzati in maniera unita ed efficace, potrà essere fonte di benessere, di tutela e di sostenibilità”. La pasta è senza dubbio sinonimo di Italia nel mondo e solo dai pastifici di Gragnano, ogni giorno, partono ordini per soddisfare le richieste di circa 10 milioni di estimatori sparsi in tutto il mondo. Ma la sinergia virtuosa ha visto anche una fitta collaborazione con i Consorzi di Tutela di altri prodotti di origine protetta. Alla kermesse saranno infatti presenti il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP; il Consorzio di Tutela del Pomodorino del Piennolo del Vesuvio DOP; il Consorzio di Tutela del Limone di Sorrento IGP; il Consorzio di Tutela del Pomodoro S. Marzano dell'Agro Sarnese Nocerino DOP; il Consorzio Produttori Gragnano Penisola Sorrentina e la Condotta Slow Food Monti Lattari.
La Dieta Mediterranea, dal 2010 Patrimonio dell’Unesco, è sempre più attraente per i mercati di tutto il mondo”, continua di Martino. “È nostro dovere promuoverla, proteggerla e renderla accessibile a un sempre più grande numero di consumatori nel mondo”. Nel corso della manifestazione, infatti, non saranno solo previste visite alla città e all’interno dei pastifici, dove ancora sono impiegate le trafile in bronzo, ma sarà possibile anche assistere a dimostrazioni e preparazioni da parte di chef coinvolti dai Consorzi come Giulio Coppola del Ristorante La Galleria di Gragnano (NA), Giuseppe Daddio della Scuola di Cucina Dolce e Salato di Maddaloni, Lorenzo Principe del Ristorante Luna Galante di Nocera Superiore (SA) e Alberto Fortunato del Ristorante La Bettola del Gusto di Pompei (NA).La preparazionedelle ricette avverrà in diretta in piazza e proiettata e su un maxi schermoda cui il pubblico potrà seguire lo svolgimento dellericette. Sarà inoltre possibile acquistare e degustare la pasta di Gragnano IGP e approfondire la conoscenza, direttamente degustando, dei prodotti dei Consorzi coinvolti.

Gragnano (SA) | 25 gennaio 2014 | ore 10,00 – 19,00 | info@consorziogragnanocittadellapasta.it