30 Under 30 di Forbes. Tra i giovani più promettenti d'Europa due chef italiani

18 Gen 2017, 17:15 | a cura di Francesca Fiore

Due giovani chef italiani conquistano la finale della classifica europea Under 30 di Forbes: sono Isabella Benedetta Poti, sous chef e pastry chef del ristorante Bros di Lecce e Alberto Sanna, head chef del ristorante di famiglia Il Campidano di Samassi, in provincia di Cagliari. Fra gli italiani anche una disegnatrice di gioielli, un vignettista, un artista e una fotografa.

Pubblicità

Gli Under 30 di Forbes

Ogni anno Forbes stila una classifica delle 30 personalità più interessanti sotto i 30 anni: persone che, per motivi diversi, rappresentano una promessa per il futuro, destinati a cambiare le regole del gioco e a innovare il proprio settore. Una lista che in passato ha visto incoronare nomi come Mark Zuckerberg per gli USA e Adele e John Collison per l’Europa (gli ideatori di Stripe, startup diventata leader nel settore dei pagamenti online).

Mentre si discute della classifica americana appena pubblicata sulla rivista, quella europea è in fase di valutazione da parte dei giudici. Su oltre 300 candidati, in semifinale sono stati scelti, fra gli altri, due giovani chef italiani che hanno già conquistato premi e riconoscimenti in patria.

 

Pubblicità

Gli chef candidati

Loro sono Isabella Benedetta Poti e Alberto Sanna. La prima ha vinto nel 2016 il premio Chef emergente per il Sud: è una giovanissima pastry chef (26 anni) che ha affinato la sua esperienza in pasticceria con lo chef Claude Bosi a Londra, e prima ancora al fianco di Martin BerasateguiPaco Torreblancas. Attualmente è sous-chef del ristorante Bros dei fratelli Pellegrino a Lecce, locale che ha ricevuto il punteggio di 78 nell'edizione 2017 della guida Ristoranti d'Italia.

Il secondo guida la cucina dell'albergo-ristorante Il Campidano di Samassi, a nord di Cagliari (74 nell'edizione 2017 della guida Ristoranti d'Italia). 28 anni, già vincitore nel 2016 del Campionato italiano di cous cous, che si svolge in occasione del Cous cous fest di San Vito Lo Capo.

Ma nella sezione The Arts, Poti e Sanna non sono gli unici due chef in gara. A lottare per il titolo di miglior under 30 ci sono altri 5 cuochi: l’irlandese Mark Moriarty, chef del Culinary Counter di Dublino e vincitore dell'edizione 2015 del San Pellegrino young chef, David Andrés dell’ABaC Restaurant di Barcellona, il norvegese Christian Pettersen del ristorante Spiseriet di Stavanger, il venezuelano Andrea Dopico Cafarelli attualmente al Moments di Barcellona e il britannico Dan Smith, sous chef del ristorante The Clove Club.

 

Pubblicità

Gli altri candidati italiani

Oltre ai 7 chef, la sezione The Arts accoglie anche altri quattro nomi di giovani italiani talentuosi e creativi: la disegnatrice di gioielli Beatrice Bongiasca, il vignettista Giò Pastori, l’artista Edoardo Tresoldi, la fotografa Federica Dell’Orso.

Per scoprire tutti i candidati www.forbes.com/30-under-30-europe-2017/the-arts/#62e4e8502c7c

 

a cura di Francesca Fiore

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X