Sarà ospitato nella quattro giorni (dal 18 al 21 luglio) dedicata a musica e letteratura, il primo festival dello street food organizzato da aziende d’eccellenza gastronomica come Tartuflanghe, riso Acquerello, salumificio Savigni, Pastificio dei Campi e La Buona Terra.
Pubblicità

Si chiama Collisioni, e allude alla riuscita contaminazione tra musica e letteratura il festival in programma dal 18 al 21 luglio a Barolo, borgo di fama internazionale adagiato tra le colline delle Langhe. Giunta alla sesta edizione, la rassegna si propone di animare piazze e strade del paese con musica e incontri non stop, prevedendo l’arrivo di un gran numero di spettatori per godere della presenza di molti ospiti di fama internazionale. Quest’anno al festival si affianca Street Food Italy, iniziativa promossa da Tartuflanghe in collaborazione con riso Acquerello, il salumificio toscano Savigni, il Pastificio dei Campi e La Buona Terra, tutti insieme per mettere in scena nuove collisioni gastronomiche regionali, all’insegna del cibo di strada di qualità. Per l’occasione Christian Milone, giovane chef della Trattoria Zappatori di Pinerolo, Eugenio Boer dal Fishbar de Milan e Giuseppe Iannotti dal ristorante Kresios di Telese Terme si cimenteranno con creative reinterpretazioni dello street food, per un menu ricco di piatti della tradizione e ingredienti di qualità in rappresentanza dell’intera gastronomia italiana, da Nord a Sud della Penisola.
Ma il festival nel festival sarà anche la situazione ideale per le contaminazioni di musica e cibo dei Cocina Clandestina, che si esibiranno durante le quattro giornate (e fino a notte fonda) alla loro speciale Food Jockey Consolle, insolito mix tra piatti per vinili e piastre a induzione. E sempre il curioso duo di dj sarà protagonista della sfida di Killer Kitchen Karaoke, una goliardica reinterpretazione del più classico degli intrattenimenti da festa di paese.

Street Food Italy | Barolo (Cn) | Dal 18 al 21 luglio | www.streetfooditaly.it