Cresce il network internazionale dei Bio-distretti: è stato firmato il 10 ottobre 2013 un accordo collaborativo tra Francia e Italia, creando una sinergia diretta tra il Bio-distretto del Cilento e quello di Biovallée. Ecco i dettagli di questa nuova e importante intesa.

Pubblicità

Nasce un collegamento culturale tra Francia e Italia grazie ad un accordo firmato tra il Bio-distretto del Cilento e il Bio-distretto Biovallée del dipartimento francese della Drome. Questa nuova promettente intesa servirà a portare benefici e miglioramenti agli operatori ambientali, agricoli e turistici delle due zone coinvolte. L’iniziativa prevede uno scambio commerciale dei prodotti dei Bio-distretti già dal prossimo Natale, tramite le piattaforma Spazio Bio presso la Città dell’Altra Economia di Roma e La Carline presso la cittadina di Die nella Drome.
La sottoscrizione del protocollo d’intesa è avvenuta il 10 ottobre 2013 nell’ex Monastero de la Sainte Croix, nella regione di Rhones-Alpes e più precisamente nel Distretto della Drome. I firmatari sono stati Jean Serret, presidente del Comitato di pilotaggio della Biovallée e Salvatore Basile, Segretario Generale dell’associazione Bio-distretto Cilento. Questa nuova sinergia andrà a sviluppare il reparto dell’agricoltura biologica, ma anche le opportunità per operatori del turismo culturale e gastronomico. Verranno valorizzate inoltre la commercializzazione di prodotti a Km 0, la gestione sostenibile dei rifiuti e lo sviluppo di possibili energie rinnovabili. Il progetto sviluppato tra Francia e Italia sarà poi esteso ad altre realtà omologhe in Europa e nel bacino Mediterraneo: la prossima primavera si svolgerà a Roma e nel Cilento il primo workshop internazionale sui Bio-distretti. Dopo il riconoscimento da parte delle Nazioni Unite riguardo alle finalità del progetto, si fa sempre più concreta una possibile crescita di un network globale di Bio-distretti.