Siamo arrivati allo scorso anno, quando, a dispetto della crisi e delle serrande abbassate, i bar di qualità sono aumentati ancora, per numero e valore dell'offerta. Quattro novità ai vertici e oltre cento new entry nella guida Bar d’Italia 2014 del Gambero Rosso danno testimonianza di questa vitalità. Nonostante questo, il Bar dell'Anno è un locale che già era stato premiato: la Caffetteria Torinese di Palmanova.
Pubblicità

Nel 2014, scrive nell’introduzione alla quattordicesima edizione la curatrice della guida, Laura Mantovano, il saldo negativo tra chiusure e aperture dei bar supera le 7.000 unità, secondo le rilevazioni di Confesercenti. Eppure, è un mondo in continuo movimento: se si abbassano migliaia di saracinesche, molte altre se ne aprono, anche se in misura decisamente minore, ma soprattutto c’è un bilancio molto positivo sul fronte della qualità e dell’offerta. Tanto che alcuni bar fanno da modello anche al mondo della ristorazione e della gastronomia in generale proponendosi come modelli di riferimento. Per esempio puntando su proposte bilanciate dal punto di vista nutrizionale, golose ma salubri; per non parlare dell’intelligente recupero dei sapori di una volta, come l’insuperabile pane, burro e marmellata. Un mix di ricerca del bello e del buono che accomuna un po’ tutti i migliori bar.

Così è per la Caffetteria Torinese di Palmanova in provincia di Udine, che per la seconda volta viene premiata Bar dell’anno. Un riconoscimento alla qualità e varietà della proposta: si comincia in bellezza con il cestino della colazione in cui l’ottimo espresso Arabica 100% è accompagnato da croissant e frutta fresca, oppure da mignon, frolle, tartellette e un soffice pan brioche, tutti prodotti nel laboratorio interno. Ovviamente ci sono anche proposte salate di livello, disponibili durante tutto l’arco della giornata: presìdi Slow Food targati Friuli Venezia Giulia, come formadi frant e pitina, ma anche acciughe del Cantabrico da accompagnare al fragrante pane di Matera. Le ricette sono semplici ma testimoniano come il bar si rivela, più del ristorante, il locale jolly, il locale “scaccia crisi”, capace di regalare piccole e grandi gioie gastronomiche alla portata di tutti.

Si conclude così il nostro excursus storico dedicato ai bar. Speriamo di avervi fatto compagnia, di avervi dato qualche dritta su come riconoscere un buon caffè o un cappuccino ben fatto, ci auguriamo anche di avervi fatto riaffiorare dei bei ricordi. Detto questo rimaniamo in attesa della quindicesima edizione: la Guida bar d’Italia 2015. Stay tuned…

Pubblicità

Caffetteria Torinese | Palmanova (UD) | p.zza Grande, 9 | tel. 0432.920732 | www.caffetteriatorinese.com

a cura di Annalisa Zordan

Per leggere l’articolo Bar d’Italia: 15 anni di caffè. Il 2001: Al Bicerin di Torino, Bar Montanucci di Orvieto, Alba di Palermo clicca qui

Per leggere l’articolo Bar d’Italia: 15 anni di caffè. Il 2002: Caffè Coloniale, Il Caffè del Pasticciere, Di Pasquale clicca qui

Pubblicità

Per leggere l’articolo Bar d’Italia: 15 anni di caffè. Il 2003: il Caffè dell’Orologio di Modena clicca qui

Per leggere l’articolo Bar d’Italia: 15 anni di caffè. Il 2004: Caffè Pasticceria Converso clicca qui

Per leggere l’articolo Bar d’Italia: 15 anni di caffè. Il 2005: Caffè Pasticceria Converso clicca qui

Per leggere l’articolo Bar d’Italia: 15 anni di caffè. Il 2006: Rinaldini e Spinnato Antico Caffè clicca qui

Per leggere l’articolo Bar d’Italia: 15 anni di caffè. Il 2007: Biasetto di Padova clicca qui

Per leggere l’articolo Bar d’Italia: 15 anni di caffè. Il 2008: Caffè Sicilia di Noto clicca qui

Per leggere l’articolo Bar d’Italia: 15 anni di caffè. Il 2009: Colzani di Cassago Brianza clicca qui

Per leggere l’articolo Bar d’Italia: 15 anni di caffè. Il 2010: Zilioli di Brescia clicca qui

Per leggere l’articolo Bar d’Italia: 15 anni di caffè. Il 2011: Caffetteria Torinese di Palmanova clicca qui

Per leggere l’articolo Bar d’Italia: 15 anni di caffè. Il 2012: Colzani di Cassago Brianza clicca qui

Per leggere l’articolo Bar d’Italia: 15 anni di caffè. Il 2013: 300mila lounge di Lecceclicca qui