[caption id="attachment_90304" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2012/05/311009_web.jpeg[/caption]Il vento di primavera che soffia da giorni sulla Capitale ha portato con sé una notizia in grado di far trasalire i foodies romani. Si chiamerà no.au, sarà nella centralissima piazza di Montevecchio e avrà come protagonista la natura.
Pubblicità
alt

Il locale di Leonardo Di Vincenzo, Teo Musso e Gabriele Bonci prenderà il posto di Societé Lutece a tre passi da Piazza Navona e a due da Via dei Coronari. no.au sarà una gemmazione del concept che sta alla base di Open Baladin, vera e propria mecca della birra artigianale.

Ma se la squadra è simile, quali saranno le differenze tra l’ormai affermato Open Baladin e no.au?

Come si diceva, no.au. unterà con decisione sul naturale, sul biologico, sui km 0 (non a caso Di Vincenzo, nel video, ci racconta di questa nuova apertura in parallelo al lancio della birra LaZiaAle). Dunque birre che rispettano gli ingredienti di partenza, vini naturali di piccoli produttori e materia prima lavorata da Gabriele Bonci il meno possibile: una nuova sfida che vedrà insieme tre star del bere e mangiare bene. I tempi? Ancora qualche settimana: “bisognerà aspettare fino a giugno“, confermano dal quartier generale di Birra del Borgo, il birrificio di Di Vincenzo. Comunque in tempo per un’estate romana più gustosa che mai.

Pubblicità

testo di Caterina Pamphili

video di Saverio De Luca

18/05/2012

no.au di vincenzo