[caption id="attachment_85558" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2009/11/235600_web.jpeg[/caption]

Il film uscirà nelle sale di tutta Italia l'8 gennaio.
 

La storia

Servono pizza surgelata, hamburger di pesce con insalata di patate, hamburger hawaiani e maccheroni gratinati.

Il ristorante Soul Kitchen nel quartiere Wilhelmsburg di Amburgo non è es

Pubblicità

attamente rinomato per la sua cucina raffinata, ma gli avventori della zona adorano le pietanze che il greco-tedesco Zinos (Adam Bousdoukos) immerge nella sua friggitrice, per non parlare della fantastica musica. Soul, funk e rebetiko riecheggiano nel vecchio magazzino che Zinos divide con Sokrates (Demir Gökgöl), un anziano costruttore di barche.

Zinos è sempre molto indaffarato nel suo ristorante e finisce con l’arrivare in ritardo alla festa d’addio di Nadine (Pheline Roggan), la sua ragazza. Nadine, bella e algida, viene da una buona famiglia con la quale sta festeggiando in un ristorante di classe in riva al fiume Elba, la sua partenza per Shanghai, dove lavorerà come corrispondente di un importante quotidiano.
Zinos è comunque presente quando il proprietario del ristorante (Peter Lohmeyer) licenzia l’eccentrico chef (Birol Ünel) perché si rifiuta di preparare un gazpacho caldo.

“Vuoi vendere quello che non può essere venduto: l’amore, il sesso e l’anima!” grida Shayn mentre lascia il ristorante. Zinos rimane colpito. Quando si procura uno strappo alla schiena tentando di sollevare la lavastoviglie da solo, Zinos assume Shayn come nuovo cuoco, ma lì cominciano i suoi guai.

Pubblicità

Benché Shayn sforni dei piatti squisiti, i clienti abituali boicottano il nuovo chef perché rivogliono il loro vecchio “junk food”. Ora gli unici che ciondolano nel Soul Kitchen sono Illias (Moritz Bleibtreu), il fratello di Zinos, che è in libertà vigilata, e due suoi amici poco raccomandabili (Cem Akin e Marc Hosemann).

Zinos inizia a sentire il peso delle pressioni che riceve da tutti i fronti: Nadine vuole che si trasferisca a Shanghai con lei, la funzionaria dell’Ufficio Imposte (Catrin Striebeck) gli confisca l’impianto stereo e l’ispettore sanitario (Jan Fedder) minaccia di chiudergli il locale. Tuttavia, nonostante i suoi tremendi problemi alla schiena, Zinos non vuole rinunciare al suo ristorante per nessun motivo e quindi rifiuta un’offerta di acquisto del locale da parte di Neumann (Wotan Wilke Möhring), un agente immobiliare senza scrupoli.

Poi il vento gira: una scuola di ballo apre nella porta accanto. I nuovi clienti adorano la cucina di Shayn e si scatenano al suono della musica del gruppo rock del suo cameriere Lutz (Lucas Gregorowicz). Illias si innamora della cameriera Lucia (Anna Bederke) e convince i suoi amici delinquenti a rubare un grosso impianto stereo per poter far colpo sulla ragazza mostrandole le sue doti da DJ. La notizia dei cambiamenti al Soul Kitchen si diffonde in fretta. Nell’arco di poche settimane, il ristorante diventa il più alla moda della città e i clienti cominciano ad affollare il nuovo locale di tendenza. Ora Zinos può permettersi di ristrutturare la cucina e di pagare le tasse arretrate…

 

Pubblicità

SOUL KITCHEN

un film di Fatih Akin

con Adam Bousdoukos, Moritz Bleibtreu, Birol Ünel, Pheline Roggan, Anna Bederke, Dorka Gryllus, Lucas Gregorowicz, Wotan Wilke Möhring…

 

30/11/2009