Sangiovese, Montepulciano, Catarratto e molte altre etichette saranno protagoniste di Autochtona, dal 21 al 22 ottobre 2013 a Bolzano: l'evento dedicato ai vini autoctoni d'Italia, sempre in crescita a livello di visitatori ed espositori. Ecco alcuni dati ed informazioni sull'evento nazionale dedicato alle tipicità delle produzioni nazionali.

Pubblicità

Spegne dieci candeline Autochtona, il Forum nazionale dei vini autoctoni che si svolgerà il 21 e il 22 ottobre 2013 a Fiera Bolzano. Già nel week-end la città altoatesina si prepara ad accogliere turisti e visitatori nelle sue enoteche: tutti coloro che sceglieranno di assaggiare vini ottenuti da uve provenienti dal territorio di origine riceveranno un biglietto omaggio valido per l’ingresso alla due giorni di forum. Tipicità delle produzioni infatti, è la parola-chiave di questo appuntamento che negli anni ha visto un interesse sempre maggiore sia da parte del pubblico, sia da parte dei professionisti di settore: nel 2012 sono stati 1.750 i visitatori registrati, +34% rispetto ai 1.300 della precedente edizione, con un incremento del 5% dei visitatori esteri, provenienti soprattutto da Germania e Austria. Sul fronte espositori sono passate da 100 a 150 le aziende presenti, tutte contraddistinte da una produzione vitivinicola limitata e da un’attenzione particolare riservata alle varietà autoctone. L’Italia infatti è tra quei Paesi che possono vantare un patrimonio vitivinicolo locale non indifferente, con in testa tre vitigni in particolare: Sangiovese, Montepulciano e Catarratto.

Secondo i dati Istat, elaborati per l’intervallo temporale 2000-2010, il Sangiovese rappresenta l’11,4% della superficie vitata italiana con un’estensione di 71,5 mila ettari suddivisi tra Toscana e Emilia Romagna. Segue il Montepulciano, vitigno-icona della viticoltura abruzzese, che ricopre il 5,6% della superficie. Scende, invece, la superficie del Trebbiano che, nonostante mantenga la quinta posizione nella classifica autoctona, perde circa 16 mila ettari, passando da 44,5 mila ettari a 25,3 in soli dieci anni. Numeri molto più modesti per uno dei maggiori vitigni autoctoni altoatesini, il Lagrein: 385 ettari suddivisi tra conca di Bolzano, Bassa Atesina, Oltradige e Valle dell’Adige. A questo vitigno a bacca rossa il Forum Autochtona dedica il premio “Legrein Awards”e, a fine manifestazione – mercoledì 23 sempre a Fiera Bolzano – i Vignaioli dell’Alto Adige gli dedicano la degustazione “Vinea Tirolensis”.

a cura di Loredana Sottile

Pubblicità


Autochtona | dal 21 al 22 ottobre 2013 | Fiera Bolzano | Piazza Fiera 1 | Bolzano | www.fierabolzano.it/autochtona/