A fine vendemmia le cantine bresciane aprono le porte agli enoappassionati: due giorni, 28 e 29 settembre 2013, di degustazioni, musica, arte ed emozioni al Festival in cantina. Ecco gli appuntamenti da non perdere.
Pubblicità

Si preannuncia un week-end molto frizzante in Franciacorta, dove si terrà la quarte edizione del Festival in cantina: sabato 28 e domenica 29 settembre 2013, gli enoappassionati potranno assaporare gli angoli più affascinanti del bresciano, della sua storia e delle tradizioni più antiche attraverso percorsi enologici (e non solo) tra i filari e i caveau. Parteciperanno alla festa ben 120 etichette della Docg prodotte da 62 cantine, con proposte che vanno dalle degustazioni, alle visite guidate, senza trascurare la musica e l’arte. Qualche esempio? Guido Berlucchi affianca alle degustazioni in cantina la visita alla dimora nobiliare dei conti Lana de’ Terzi. Ca’ del Bosco presenta in esclusiva la Riva hystoric collection della famiglia Bellini. Il Mosnel ospiterà il 28 sera, sotto il secolare cedro del Libano, il pianista Maurizio Mastrini, l’artista umbro divenuto famoso per aver ricomposto e riproposto le partiture dei classici suonandole al contrario. Bersi Serlini propone ricchi picnic tra i filari con i cestini forniti direttamente dalla cantina. A Villa Franciacorta si terrà, invece, domenica la finalissima della X edizione Sparkling Menù, il concorso enogastronomico che promuove l’abbinamento a tutto pasto con i vini della tenuta. E questo è solo un piccolo assaggio, il programma completo sul sito www.festivalfranciacorta.it. Quest’anno c’è anche una novità: un baby parking (all’asilo nido Corte delle Farfalle) per bambini dai 3 mesi agli 11 anni, un servizio per permettere ai genitori di bere un bicchiere di Franciacorta in pieno relax. “Le aziende partecipanti aumentano ad ogni edizione” è il commento del presidente del consorzio Maurizio Zanellacosì come ad ogni edizione migliorano le offerte per affascinare un pubblico molto esigente e attento. È un segnale positivo che non può che gratificare l’impegno di tutti i produttori e dell’intero sistema Franciacorta”.