Chef, produttori, sommelier, viticoltori, pizzaioli. Tutti italiani, tutti coinvolti nel festival che promuove i valori della cultura italiana a tavola oltreconfine. Appuntamento al Bastille Design Center dal 7 al 9 aprile, tra masterclass e cene d’autore.

Pubblicità

 

Il festival

Quinta edizione per Cultural, manifestazione parigina dedicata alla cultura alimentare italiana, con oltre 80 ospiti d’eccezione fra chef, produttori, panificatori, pasticceri, e tanti altri protagonisti della ristorazione e gastronomia tricolore, alle prese con masterclass, seminari e degustazioni. Per una tre giorni, dal 7 al 9 aprile, all’insegna del gusto italiano negli spazi del Bastille Design Center. Il gemellaggio con la capitale francese, voluto da Mauro Bochicchio con l’organizzazione di Consortium Paris, torna così a confermare quanta stima reciproca, a dispetto degli stereotipi, corra tra due universi gastronomici diversi, ma affini: Italia e Francia unite nel segno della cucina d’autore e della filiera certificata. L’obiettivo? Trasmettere i principi della dieta mediterranea,oltre a promuovere le eccellenze gastronomiche e i nuovi mercati capaci di alimentare l’economia locale.

I protagonisti

20 masterclass e più di 400 prodotti: questi i numeri della manifestazione, che chiama a raccolta gli addetti ai lavori per presentare al pubblico francese e non solo i migliori prodotti made in Italy. Tema di questa edizione è la Ricerca, intesa come sviluppo e crescita qualitativa del settore. Michele Farnesi (Restaurant Dilia), Bruno Verjus (Restaurant Table), Mauricio Zillo (Amère), Denny Imbroisi (Restaurant Ida), Denis Matteuzzi (Café Stern), Pablo Sabariego (L’Assaggio): sono solo alcuni dei nomi dei professionisti presenti al festival, che durante la kermesse gastronomica si confronteranno sul concetto di ricerca, attraverso seminari, dibattiti e forum. E poi i pizzaioli Nicola e Emanuele Iovine della pizzeria Iovine’s, Julien Serri, Vanni Mauro. E ancora, in arrivo dall’Italia, Caterina Ceraudo del Dattilo di Strongoli, Felice Lo Basso dell’omonimo ristorante a Milano, Diego Rossi di Trippa, Stefano Di Gennaro del Quintessenza di Trani, Angelo Sabatelli di Angelo Sabatelli a Putignano, Paolo Barrale del Marennà di Sorbo Serpico, Federico Sisti dell’Antica Osteria Il Ronchettino di Milano, il pizzaiolo Luigi Acciaio e Vincenzo Barreca di Regina Margherita a Napoli.

Pubblicità

Il programma

Un’occasione unica per scoprire l’universo gastronomico italiano visto con gli occhi dei nostri cugini d’oltralpe, ma anche per imparare, assaggiare, mettere le mani in pasta. Ci saranno Molino Quaglia e Molino Magri con le sessioni dedicate all’arte bianca, durante le quali sarà possibile apprendere i fondamenti degli impasti, e poi l’area dedicata al caffè. Alta attenzione sarà riservata soprattutto al tema dell’educazione alimentare, uno degli argomenti più caldi del settore, che sarà affrontato con un laboratorio speciale domenica 8 aprile, condotto da uno staff specializzato in collaborazione con Matite Colorate – L’Italien à Paris. Un’attività dedicata a grandi e piccini, dove si parlerà di spreco alimentare, cucina, riciclo e ricette di recupero.

Cultural – Parigi – dal 7 al 9 aprile 2018 – www.culturalfestival.eu/
 

a cura di Michela Becchi