Dinner with Jackson Pollock a Roma. In mostra la passione di Pollock per il pane e la torta di mele

27 Mag 2015, 10:00 | a cura di Livia Montagnoli
Saranno esposti al Vittoriano fino al 9 giugno i 51 scatti della fotografa Robyn Lea contenuti all'interno del nuovo libro dedicato al rapporto tra l'action painter e la cucina. Una passione coltivata con la moglie nella casa di Long Island circondata dalla natura.
Pubblicità

Jackson Pollock in cucina: in mostra gli scatti di Long Island

Non sono molti i giorni per visitare la mostra che inaugura oggi al Vittoriano di Roma. Ma il consiglio è quello di ritagliarsi uno spazio per varcare il Salone Centrale del celebre complesso museale ed entrare così nel mondo quotidiano di Jackson Pollock, quello che vede l'artista capostipite dell'action painting alle prese con le dinamiche familiari, in un bel ritratto fotografico che si snoda attraverso il ricettario di casa Pollock-Krasner. La mostra Dinner with Jackson Pollock: Recipes, Art & Nature sarà visitabile (con accesso gratuito) fino al 9 giugno, prima di trasferirsi alla volta di nuove città, e mutua il titolo dalla recente pubblicazione della fotografa australiana Robyn Lea. Frutto di un progetto internazionale che nella Capitale rientra nel più ampio programma di iniziative di RomaversoExpo, l'esposizione prende le mosse proprio dal libro stampato per i tipi di Assouline che racconta il rapporto del pittore americano (e di sua moglie Lee Krasner) con la creatività e il mondo naturale attraverso una prospettiva nuova, quella dell'ispirazione in cucina e della passione per il cibo e gli ingredienti stagionali della terra.

Il ricettario fotografico: piatti di famiglia e amore per la natura

Un percorso fotografico tra le stanze e il giardino di casa della coppia di artisti (la dimora di Springs a Long Island, abitata dal 1945), lo studio di Pollock, i ritratti e le pietanze che i coniugi amavano offrire ai propri ospiti. Si scopre così un Jackson Pollock particolarmente dedito alla panificazione, amante degli impasti e delle torte casalinghe, ispirato dai prodotti dell'orto, entusiasta per la pesca e la ricerca di erbe spontanee. E infatti il libro – con prefazione di Francesca Pollock, nipote del pittore - riunisce anche una cinquantina di ricette che collezionano gli spunti scritti a mano da Lee Krasner, le creazioni di Pollock e le ricette tradizionali di sua madre Stella, ma anche i suggerimenti di amici celebri (Elaine De Kooning o Rita Benton, per esempio): un ricettario di famiglia, insomma, che si snoda tra i piatti forti della casa, il Jackson's Classic Rye Bread, gli Stella Potato Pancakes, la speciale “spaghetti sauce” e la prize-winning apple pie dell'artista.
Intanto al Vittoriano arrivano i 51 scatti racchiusi nel volume, con le foto dei piatti che un gruppo di chef ha ricreato fedelmente a partire dagli originali. E in occasione della mostra sarà possibile acquistare il libro – altrimenti reperibile online sul sito di Assouline - presso il Bookshop del museo.

Dinner with Jackson Pollock: Recipes, Art & Nature | Complesso del Vittoriano, Roma | dal 27 maggio al 9 giugno 2015 | ingresso libero

Pubblicità

Dinner with Jackson Pollock: Recipes, Art & Nature | di Robyn Lea | Edito da Assouline, 176 pagine | prezzo di copertina 45 euro | www.assouline.com

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X