L’avevamo accennato ed ecco la conferma: la manifestazione pensata per il 21 e 22 giugno a Rimini, che vedrà sotto un tendone da circo numerosi giovani chef alle prese con le materie prime, è ora realtà e sarà intitolata “al meni”, le mani in dialetto romagnolo.
Pubblicità

Per due giorni un tendone simile a quello che usano i circhi sarà allestito in Piazza Fellini, sul lungomare di Rimini. Al suo interno numerosi giovani chef metteranno in mostra uno spettacolo dedicato alle materie prime, cucinandole e lavorandole. L’idea, che avevamo anticipato a fine gennaio, è dello chef modenese Massimo Bottura ed è stata pensata per celebrare un territorio nella sua interezza. Il tutto si svolgerà nelle giornate del 21 e 22 giugno e saranno presenti anche numerosi chef di fama internazionale come Igles Corelli e Andrea Petrini. Quella che a gennaio era ancora una delle tante idee nello sconfinato cantiere del patron di Osteria Francescana, ha assunto una forma tangibile nel momento in cui lo stesso chef l’ha annunciata nel corso di un convegno sull’Expo 2015 svoltosi nella sede della regione Emilia Romagna.
Con il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi, organizzeremo il 21 e il 22 di giugno in Piazzale Fellini un evento internazionale in cui i giovani cuochi più bravi di tutto il mondo, sotto un tendone da circo, cucineranno le eccellenze del nostro territorio portate dai nostri contadini, dai nostri artigiani”, ha detto Bottura, aggiungendo anche un altro dettaglio tutt’altro che trascurabile sulla sua idea della cucina del futuro. “I cuochi del futuro dovranno entrare in cucina con le mani sporche di terra e mettere l’etica al fianco dell’estetica”.
In particolare il tendone sarà allestito con due bracci che legheranno simbolicamente la terra al mare in una sorta di abbraccio. Tema portante saranno le mani, meni in dialetto romagnolo, ovvero lo strumento indispensabile e spesso dimenticato che uno chef deve saper usare in perfetta sintonia con il cuore mentre cucina.
Il grande circo sorgerà proprio davanti al Grand Hotel di Rimini, particolarmente amato da Federico Fellini, e avrà due bracci che si estendono verso il porto e verso Marina centro”, ha spiegato Andrea Gnassi, sindaco di Rimini. “L’incontro sarà intitolato ‘Al meni’ ossia le mani in dialetto romagnolo, per dirla alla Tonino Guerra. Sarà una cosa fatta con il cuore e con le mani tra la via Emilia e l’Est”.

 
il circo di Massimo Bottura | 21 – 22 giugno 2014 | piazza Fellini, Rimini