Undici giorni di festa, nelle prime due settimane di settembre, che dal 1981 trasformano il borgo umbro di Cannara nel paradiso della tradizione contadina, dedicando un posto d'onore alla cipolla che qui si produce e commercializza sin dal Trecento. Sei taverne di strada, un mercato contadino e lo show cooking di Giorgione. Ecco il programma. 

Pubblicità

La cipolla di Cannara. Antica tradizione contadina

Sono pochi minuti di strada quelli che separano il borgo di Cannara da Assisi. Qui, tra le campagne umbre, è la cipolla la regina incontrastata dell’eccellenza gastronomica contadina. E proprio alla cipolla di Cannara è dedicata la festa che come ogni anno (dal 1981) porta in strada il sapore genuino dei prodotti dell’orto e delle specialità del territorio allestendo stand gastronomici e punti di degustazione. La coltivazione della cipolla in quest’area ha origini antiche (commercializzata già nel Trecento) e beneficia di un terreno argilloso con discreta presenza di potassio, indispensabile per la crescita del bulbo. Un Consorzio di tutela, fondato nel 2003, riunisce i cosiddetti cipollari, che custodiscono una tradizione familiare tramandata da generazioni e alimentano la filiera d’eccellenza di Cannara. Presidio Slow Food dal 2007, la cipolla di Cannara è anche P.A.T., prodotto agroalimentare tradizionale riconosciuto dal Ministero alle Politiche Agricole.

 

La festa. Le taverne del borgo e l’appuntamento con Giorgione

Ogni stand – sei le taverne aperte ai visitatori – offrirà al pubblico menu tradizionali (dalla schiacciata con cipolla agli strozzapreti con guanciale, dagli gnocchetti con crema di formaggio al profumo di Vernaccia al maialino al finocchietto; e poi frittata con cipolle, coratella e spezzatino d’agnello, cipolle alla pizzaiola e trofie ai gamberi di fiume) a disposizione per il servizio serale, mentre ogni giorno – dal 2 al 6 e dall’8 al 13 settembre – dalle 18 (fino a mezzanotte) aprirà la Mostra Mercato della cipolla di Cannara e delle Produzioni Agricole Tradizionali.

Pubblicità

Presso l’Auditorium San Sebastiano si svolgeranno gli show cooking, che vedranno protagonista anche l’oste più famoso d’Italia, Giorgione – tra i volti più amati di Gambero Rosso Channel – sul palco il 10 settembre alle 18.30, in qualità di ambasciatore della cipolla di Cannara nel confronto in diretta con la cipolla di Walla Walla, cittadina statunitense gemellata con il borgo umbro. E quest’anno la cipolla è anche gluten free: lo stand del Giardino Fiorito proporrà agli ospiti celiaci un menu senza glutine studiato per tutti. Predisposti parcheggi alle porte del paese e speciali pacchetti turistici per godere di qualche giorno tra le bellezze gastronomiche e paesaggistiche dell’Umbria. Disponibile anche una CipollApp per scaricare informazioni, programma della festa e menu delle taverne.

 

Festa della cipolla di Cannara | Cannara (PG) | dal 2 al 6 e dall’8 al 13 settembre | www.festadellacipolla.eu