Tanti indirizzi golosi per provare un ottimo gelato artigianale nella città sabauda: ecco quali sono le migliori gelaterie di Torino secondo la guida del Gambero Rosso.
Pubblicità

Mai come nel caso di Torino selezionare le gelaterie più valide diventa un’impresa ardua: sono tantissime le insegne che hanno fatto della qualità delle materie prime e delle lavorazioni artigianali il loro punto di forza.

Gelaterie migliori di Torino

La guida Gelaterie d’Italia 2019 del Gambero Rosso ne ha individuate 14 da non perdere, ognuna con il proprio stile e la propria offerta gustosa e originale. Ecco gli indirizzi.

Casa Marchetti

Pubblicità

Figlio d’arte, Alberto Marchetti continua la sua ricerca nel mondo del gelato artigianale, realizzando prodotti di alta qualità in tutte le sedi che portano il suo nome. Casa Marchetti è il luogo che meglio rappresenta la sua passione per il prodotto, uno spazio di ricerca che comprende il reparto gelateria, la cucina-salotto dedicata ai produttori d’eccellenza, il laboratorio a vista e anche la scuola. Alla base dei gusti, materie prime del territorio, fra cui molti presidi Slow Food, come le nocciole trilobate delle Langhe o le fragole di Tortona, il tutto dolcificato solo con zucchero grezzo di barbabietola, di canna e d’uva.

Casa Marchetti – p.zza CLN, 248 – albertomarchetti.it/

Conogelato
Conogelato

Conogelato

Un gelato morbido al palato, mantecato al momento, cremoso e consistente, grazie all’utilizzo del late di bufala di Moris, caseificio di Caraglio. Tanti i gusti fra cui scegliere, a cominciare dal Fior di Bufala, specialità della casa, e poi lo yogurt, la crema sabauda con biscotti sbriciolati e sale, il pistacchio siciliano e la nocciola. Non sono da meno i sorbetti con la frutta di stagione e i gelati ricoperti su stecco con Fior di Bufala e cioccolato Baratti&Milano. Altre sedi in corso Fiume 1c e via Po 57.

Pubblicità

Conogelato – via G. Mazzini, 22 – conogelato.com/it/home.html

Cascina Roseleto Gelateria Contadina
Cascina Roseleto Gelateria Contadina

Gelateria Contadina Cascina Roseleto

Alla base dei prodotti, il Latte Nobile Alta Qualità da mucche allevate a erba e fieno, che insieme ai prodotti del territorio a filiera controllata si trasforma in una selezione di gusti golosi e genuini. La regia è quella di Claudia Masera che, insieme alla sua famiglia, lavora gli ingredienti con cura, costantemente alla ricerca di un gelato buono e sano. Da non perdere il bagigio, a base di arachidi e fiordilatte con caramello, il fior di miele e il bacio del Roseleto, con pesche, cacao, amaretti e Marsala.

Gelateria Contadina Cascina Roseleto – via Madama Cristina, 121 – roseleto.it/

Gelateria Popolare
Gelateria Popolare

Gelateria Popolare

Nuova sede, ma stessa qualità di sempre: Maurizio De Vecchi non perde un colpo, e continua a proporre gusti ricercati, fatti con prodotti freschi e locali, senza additivi o basi. L’unico addensante, infatti, è la farina di carrube. Nocciola, cioccolato fondente, zabaione, cannella, zenzero: sono solo alcuni dei cavalli di battaglia del locale, così come i sorbetti con frutta di stagione proveniente dai banchi del mercato. Presenti anche gelati senza lattosio, come il gusto al cioccolato con cacao 80%, liquirizia e cocco, senza dimenticare i vegani.

Gelateria Popolare – via Borgo Dora, 3 – gelateriapopolare.com/

Gelati d'Antan
Gelati d’Antan

Gelati d’Antan

Era stato premiato come gelatiere emergente nella scorsa edizione della guida, Nicolò Arietti, appassionato che continua a mietere successi e portare avanti la sua filosofia di gelato fatto come una volta. Niente basi, solo tanta ricerca e selezione degli ingredienti migliori, abbinati tra loro con gusto ed estro. Dal suo amore per questo settore nascono il gelato del vignaiolo, sorbetto al lampone con Malvasia dolce doc, i Profumi del Bosco (latte alpino, miele millefiori, fiori secchi di lavanda) e tante altre prelibatezze originali. Non mancano, poi, i classici come fondente, crema, nocciola e tiramisù. Ottime anche le versioni gastronomiche salate, pomodoro e basilico in primis.

Gelati d’Antan – via Nicola Fabrizi, 37c – facebook.com/Gelati-dAntan-1533510356866714/

Gelato Dok

I dolci di Giovanni Dell’Agnese sono imbattibili, così come i suoi gelati. Un locale dalla doppia anima, quello in corso Unione Sovietica, in grado di assicurare grandi soddisfazioni in ogni fronte. Fra i gusti da non perdere, il gianduiotto Dell’Agnese, il bonet e le varie declinazioni di cioccolato, da quello bianco con mandorle caramellate a quello al latte. Non deludono i gusti frutta, dal mandarino tardivo di Ciaculli alla pera Martin Sec al vino rosso. Originali e sfiziosi i cocktail-gelato, come quello lampone e Campari.

Gelato Dok – c.so Unione Sovietica, 415 – dellagnesegiovanni.it/DOK.html

L’Essenza del Gelato

Una gelateria familiare, a pochi passi da via Po e piazza Carlo Emanuele II, dove Pierbruno Malara crea i suoi gusti utilizzando le migliori materie prime e senza coloranti, conservanti, semilavorati o aromi. Tra i sorbetti, spicca quello al sesamo con salsa di albicocca e sesamo tostato al forno, mentre tra le creme sono la cassata e il pistacchio a farla da padrone. In qualsiasi caso, stiamo parlando di un gelato cremoso ed equilibrato, fatto con farina di semi di carrube come unico addensante e inulina, una fibra vegetale ricavata dalla cicoria, in sostituzione di una parte di zuccheri.

L’Essenza del Gelato – via Principe Amedeo, 21 f – facebook.com/Essenza.del.Gelato/

Mara dei Boschi

A coadiuvare il lavoro in laboratorio è Davide Ferrero, giovane gelatiere con diverse esperienze significative alle spalle, ma quello di Mara dei Boschi è soprattutto un lavoro di squadra, che può contare anche sulle forze di Roberto e Giorgio. Dalla sede di San Salvario dove tutto ha avuto inizio, l’insegna ha raddoppiato in corso De Gasperi, oltre all’indirizzo sempre attivo di Alba, e ha inoltre dato il via al progetto Mara dei Boschi Cioccolato in piazza Carlo Emanuele II, con un comparto dedicato al cibo degli dei e un reparto di caffetteria gestito dal team di Ortica. Ma torniamo ai gelati: freschi, cremosi, naturali e dal sapore autentico. C’è la crema al caffè Panera, il Marotto, versione gelato del gianduiotto, il caramello al sale Maldon e il fior di croccante. E poi tutti i gusti alla frutta di stagione e quelli salati.

Mara dei Boschi – via C. L. Berthollet, 30 h – maradeiboschi.com/

La Tosca

Il gelato qui viene presentato in tre grandi cilindri tronchi in cui sono esposte le vaschette, protette da una lastra trasparente: un sistema che conserva alla perfezione la temperatura del prodotto, fatto con ingredienti freschi di alta qualità. Il più richiesto è la Tosca, crema di nocciola variegata e diversi cioccolato, ma ci sono anche la nocciola, la crema, il fiordilatte, la crema al limone con le paste di meliga e quella di arachidi caramellate. Imperdibile un assaggio del pistacchio diet, sorbetto dolcificato solo con 10% di fruttosio.

La Tosca – vvia L. Cirbario, 50 – gelaterialatosca.it/

Miretti

Leonardo La Porta traduce spesso l’attualità in nuovi gusti, come nel caso della Malvasia di Castelnuovo Don Bosco, dedicato al papa, o la crema di San Giovanni per la festa del patrono. Fra le specialità più voga recentemente, il gelato ispirato a Cristiano Ronaldo, un fiordilatte con sherry portoghese e scaglie di cioccolato. Naturalmente, non mancano i classici come crema, gianduia, caffè, cioccolato Belga o nocciola. Ci sono poi i gusti del mese, quelli a basso indice glicemico e gli speciali per feste o altre occasioni.

Miretti – c.so Matteotti, 5 – gelateriamiretti.it/

Nivà
Nivà

Nivà

Latte d’alpeggio italiano, frutta fresca di stagione e ingredienti selezionati con cura sono alla base dei gelati cremosi e ben bilanciati di Nivà. Ne sono un esempio il caramello alla crema di mascarpone e gianduia, il nocciolato al sale, il cioccolato nero croccante, il cremino, il pistacchio e le noci con ricotta e miele. Ancora, la mandorla cruda bianca, il sorbetto al kumquat, il gelato alla castagna: ma qui i gusti cambiano di continuo, seguendo il ritmo della natura. Presenti anche i gelati su stecco, quello nel biscotto di Perino e i semifreddi. Altre sedi a Cannes e Lisbona.

Nivà – via G. L. Lagrange, 29 – nivagelato.com/

Ottimo! Buono non basta
Ottimo! Buono non basta

Ottimo! Buono non basta

Giulio Rocci ed Emanuele Monero hanno fatto della loro passione per il cibo e il gelato un progetto di creatività che li vede costantemente alla ricerca di nuove idee, abbinamenti, gusti. Fra le ultime tendenze, i gusti senza latte, ricchi e golosi: fondente di Torino con fave di caco macinate a pietra, pistacchio salato, nocciola grezza, zabaione e molti altri ancora. Fra i prodotti di punta, la crema Saint ropez, il caffè viennese e la ricotta di pecora con miele e zafferano, mentre fra quelli più originali spicca il Black Smoke con liquirizia, caffè e menta. Disponibili anche i gelati gastronomici, qui e nelle altre tre sedi (piazza Borromini 87, corso Marconi 23a, via Garibaldi 21c).

Ottimo! Buono non basta – c.so Stati Uniti, 6c – facebook.com/pages/category/Ice-Cream-Shop/Ottimo-buono-non-basta

Pepino
Pepino

Pepino

80 anni di storia alle spalle e una passione che dura da una vita: è qui che è stato inventato il pinguino, celebre gelato ricoperto su stecco brevettato nel 1939 e imitato in tutta Italia e non solo. Oltre ai gusti collaudati (come la crema Pepino), ci sono quelli creativi come menta e viola, il pinguino alla soia e in tante altre edizioni limitate (vermouth Cocchi fra tutte). Ancora, tanti gelati fatti interamente a mano, uno più buono dell’altro, dalla stracciatella alla nocciola con pezzi di nocciole Piemonte Igp, dal fior di meliga con biscotti al torroncino.

Pepino – p.zza Carignano, 8 – gelatipepino.it/

Vanilla
Vanilla

Vanilla

Ex ingegnere convertito al gelato, Bruno si dedica oggi insieme a Simone alla preparazione di gelati artigianali realizzati senza utilizzo di grassi idrogenati, coloranti, aromi e additivi chimici. Fra i gusti imbattibili, ricordiamo l’uva fragola e il pastel di Belem, che riprende il sapore inconfondibile del tipico dolce portoghese (qui tutta la storia), la crema all’uovo e la nocciola delle Langhe, ma anche il pistacchio, il fior di panna e il marron glacé. E ci sono pure i gelati senza lattosio e senza glutine, oltre all’ampia varietà di sorbetti alla frutta.

Vanilla – via Palazzo di Città, 7b – vanillacreams.it/

a cura di Michela Becchi

Leggi anche Le 10 gelaterie da provare a Roma: gli indirizzi