[caption id="attachment_91714" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2012/10/329332_web.jpeg[/caption]

Ha 350 anni la vite più antica del mondo, e ancora oggi produce grappoli dai quali si ottiene il Versoaln, un vino bianco che prende il nome dall’omonimo vitigno autoctono. Una pianta da record che si trova a Tesimo, in provincia di Bolzano e che rappresenta un motivo in più per far visita al capoluogo altoatesino il

Pubblicità

22 e 23 ottobre, in occasione di Autochtona, il forum nazionale dei vini autoctoni in programma a Fiera Bolzano.

 

Saranno oltre 130 le cantine presenti direttamente o in delegazione, con vini provenienti da Piemonte, Lombardia, Trentino-Alto Adige, Veneto, Friuli – Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Sicilia, Sardegna e Valle d’Aosta.

Pubblicità

 

Tra le centinaia di vini che saranno presentati ai visitatori, non mancheranno alcune bottiglie ottenute da vitigni regionali curiosi, insoliti o ricercati, come ad esempio Cococciola, Montonico, Negrettino, Ortrugo, Malvasia di Candia aromatica, Pignolo, Schioppettino, Termarina, Timorasso, Tintilia e Picolit.

 

La due giorni bolzanina  ospiterà anche due appuntamenti classici della rassegna: gli Autochtona Awards, con i premi per le migliori etichette in esposizione – in sei diverse categorie –  e il Tasting Lagrein, la degustazione comparativa tutta dedicata al vitigno altoatesino.

Pubblicità

 

Altra grande novità di quest’anno è la presenza di aziende biologiche: una quindicina delle cantine di Autochtona 2012 producono infatti secondo il disciplinare che favorisce il rispetto dei terreni e limita l’uso dei prodotti di sintesi.

Per saperne di più www.fierabolzano.it/autochtona/

 

 

 

17/10/2012