[caption id="attachment_127769" align="alignnone" width=""]Enrico Crippa[/caption]

Enrico Crippa illustra il Palio di Alba. Lo chef stellato del ristorante Piazza Duomo avrà il compito quest’anno di illustrare il drappo che viene donato al vincitore del Palio degli asini, che si tiene ad Alba domenica 2 ottobre. Per riprodurre il piatto dello chef sulla tela un fotografo d’eccezione: Bob Noto.

Pubblicità

Il drappo dello chef

Sarà Enrico Crippa, campione dell’alta cucina piemontese e italiana, e ideare il piatto che omaggia l’antica tradizione di Alba nelle cucine del suo ristorante. Non potendo creare direttamente sulla tela, Crippa “si servirà”  dell’opera di uno dei fotografi italiani di alta gastronomia più conosciuti al mondo, Bob Noto. Il fotografo ritrarrà dunque il piatto che diventerà il simbolo del Palio 2016, riproducendolo sul drappo che verrà donato al vincitore della gara. Lo chef ha spiegato che il suo piatto sarà dedicato ai colori e ai sapori dell’autunno, stagione del Tartufo bianco, eccellenza del territorio di Alba.

Palio degli asini di Alba

Il Palio degli asini e la Fiera internazionale del tartufo bianco

Il Palio degli asini è la manifestazione che apre la Fiera del Tartufo, prevista quest’anno dall’8 al 29 novembre. Nato quasi per scherzo, il palio è diventato un’autentica tradizione di Alba. La cerimonia nasce nel 1275, quando Alba e Asti erano in guerra. Gli astigiani, per far torto ai vicini, corsero il loro palio sotto le mura di Alba in segno di vittoria. Gli albesi, a loro volta, decisero di correre un palio all’interno delle loro mura con gli asini, per prendere in giro gli avversari e la loro presunzione. La giornata si aprirà con la sfilata degli sbandieratori e l’assegnazione degli asini per la corsa. Oltre mille figuranti partecipano alla festa, dalle dame della nobiltà ai cavalieri, da popolani e contadini agli osti e alle cortigiane, sfilando tra le vie del centro storico tra stendardi, squilli di trombe e bandiere.

Dopo l’apertura della cerimonia, i sette asini delle borgate si contendono il Palio, con i fantini che tentano – spesso invano – di farsi obbedire dai cocciuti animali. Molto diverso dagli altri pali italiani, gli asini regalano uno spettacolo unico “inchiodando”, arretrando e a volte percorrendo l’itinerario di gara in senso contrario. Non c’’è dubbio che i protagonisti della festa siano proprio loro, piuttosto che i fantini.

Pubblicità

Enrico Crippa

E infatti l’edizione 2016 del Palio degli asini è stata preceduta da una corsa ai biglietti: i ticket sono stati comprati da visitatori russi, americani, inglesi, australiani, olandesi, tedeschi e brasiliani. Una delegazione di trenta appassionati di tartufo verrà invece da Taiwan, in tempo per ammirare il colorato evento folcloristico che apre il periodo della fiera. E tutti potranno ammirare lo stendardo “dipinto” dallo chef.

Palio degli Asini | Alba (CN) | piazza Medford | 2 ottobre 2016

a cura di Francesca Fiore

Pubblicità