Prada acquista l'80% della pasticceria milanese Marchesi e garantisce il mantenimento degli standard qualitativi

17 Mar 2014, 14:43 | a cura di Saverio De Luca
Angelo Giovanni Marchesi resta alla guida della pasticceria di Corso Magenta, non ci saranno cambi di rotta e il punto di riferimento della Milano bene non subirà stravolgimenti. Niente paura neanche per il fiore all'occhiello: il panettone.
Pubblicità

Prada è sempre più food oriented. Dopo il fallimento delle trattative per l'acquisto della pasticceria Cova, a Milano (poi acquisita dal Gruppo Lvmh), ha aperto il suo primo café a Londra. Adiacente ad Harrod's, Prada Sphere, è la prima avventura nel campo del food&beverage del brand dell'alta moda milanese, ma sicuramente non l'ultima. In attesa che venga ultimato il nuovo spazio di Galleria Vittorio Emanuele II che, nel pieno centro di Milano, dovrebbe ospitare un museo sulla storia della moda e un ristorante di grandi dimensioni, Prada ha acquistato l'80% di una pasticceria simbolo del dolce meneghino. Si tratta, infatti, di Marchesi. Fondata nel 1824 è diventata il punto di riferimento sia per la Milano bene che per gli appassionati del dolce simbolo della cultura lombarda: il panettone. L'acquisizione della quasi totalità della Angelo Marchesi Srl non comporterà nessun cambio di rotta, Angelo Giovanni Marchesi rimarrà alla guida della pasticceria di Corso Magenta e non ci sarà nessun abbassamento degli standard qualitativi. La garanzia arriva da entrambe le parti.
Marchesi rappresenta un simbolo dell'eccellenza milanese e sono felice di aver raggiunto questo accordo con la famiglia fondatrice di questo storico marchio”. Ha detto Patrizio Bertelli, amministratore delegato di Prada SpA in una nota. “Il nostro obiettivo è quello di collaborare fattivamente alla sua crescita nel totale rispetto della sua tradizione. L'acquisizione punta alla valorizzazione e al rafforzamento strategico del marchio nell'ambito di futuri progetti di sviluppo sia a Milano sia a livello internazionale. Angelo Giovanni Marchesi continuerà a essere coinvolto nella gestione della società in qualità di amministratore delegato per assicurarne la continuità e il corretto processo di integrazione con Prada”.
Vogliamo garantire lo sviluppo e la continuità del nostro storico marchio sugli stessi principi di qualità ed eccellenza che lo hanno sempre identificato nei suoi quasi due secoli di storia”, ha concluso Marchesi. “Prada, milanese nel cuore e nella tradizione come noi, ci ha dato queste garanzie ed è quindi con soddisfazione e fiducia nel futuro che ho siglato questo accordo”.

www.pasticceriamarchesi.it

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X