Venti chef insieme per Oceana. A San Sebastian l'incontro per denunciare l'overfishing. Per l'Italia Massimo Bottura

3 Mar 2015, 08:58 | a cura di Livia Montagnoli
Ci sono i nomi più celebri della gastronomia mondiale nella lista dei partecipanti all'incontro del 17 marzo presso il Basque Culinary Center, quando venti chef ufficializzeranno la propria adesione alla campagna Save the Oceans: Feed the World, per la salvaguardia dei mari e la redistribuzione della risorsa ittica, che si stima possa sfamare un miliardo di persone al giorno nelle corrette condizioni di pesca. Padroni di casa Andoni Luis Aduriz e Joan Roca.
Pubblicità

OBIETTIVO: PROTEGGERE LA RISORSA ITTICA

Opera da quasi quindici anni senza prestare il fianco a troppi clamori, Oceana, ma impegnandosi attivamente per la salvaguardia degli oceani e delle risorse marine. L'organizzazione internazionale no profit è nata nel 2001 con l'obiettivo di preservare la biodiversità e l'abbondanza dei nostri mari e qui entra in gioco il suo stretto rapporto con il mondo gastronomico, dal momento che proprio politiche di pesca troppo permissive, spesso in totale violazione dell'equilibrio dell'habitat marino naturale, hanno causato un impoverimento che si ripercuote non solo sull'ecosistema degli oceani, ma anche sulla disponibilità della risorsa ittica.
Se si proibisse la pesca spregiudicata, limitando al contempo le catture accidentali, ci sarebbe pesce sufficiente a sfamare un miliardo di persone ogni giorno. Questo mettono nero su bianco le stime di Oceana. E per concretizzare questo buon proposito sarebbe sufficiente sensibilizzare i trenta Paesi del mondo che attualmente si spartiscono il 90% del volume complessivo di pescato globale.

GLI CHEF DEL MONDO PER OCEANA

Pubblicità

Già sostenitori della causa, il prossimo 17 marzo, alcuni grandi chef internazionali usciranno allo scoperto in quel di San Sebastian, presso il Basque Culinary Center, per ribadire l'urgenza della “missione” aderendo alla campagna Save the Oceans: Feed the World.
A fare gli onori di casa lo chef del Mugaritz Andoni Luis Aduriz e Joan Roca in rappresentanza del Celler de Can Roca. A loro si uniranno venti celebri colleghi – per l'Italia Massimo Bottura – tra cui Gaston Acurio, Ferran Adrià, Alex Atala, Daniel Humm, Grant Achatz, Renè Redzepi (che ha confermato il proprio sostegno pur non potendo partecipare).
L'obiettivo è quello di favorire il ripopolamento degli oceani, utilizzando il proprio ascendente per chiedere ai governi coinvolti di intervenire tutelando gli habitat marini. A questo scopo gli chef avranno modo di partecipare al seminario della Fish School per essere aggiornati sulla situazione attuale, in attesa del giorno seguente – la data dell'incontro ufficiale – quando Andrew Sharpless, amministratore delegato di Oceana, presenterà alla platea il libro The Perfect Protein (disponibile in versione digitale su Amazon) che raccoglie alcune ricette a base di pesce elaborate dagli chef. Durante l'incontro sarà proiettato anche il documentario dal titolo omonimo di Jorge Martinez, che raccoglie gli interventi degli chef sul loro rapporto con il mare e la pesca.

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X