Cecamariti con l’intingolo

Difficoltà
Per i più esperti
Tempo
40 min di preparazione, 60 min di cottura
Tipo di cottura
In tegame o Padella
Dosi per
6 persone
Ingredienti
Per la pasta: 300 g di farina bianca; 250 g di farina di mais. Per l'intingolo: 3 carote; 2 coste di sedano; 1 cipolla; 1 testa d'aglio (una decina di spicchi); prezzemolo; 1 bella cotica di prosciutto con un po' di grasso; 4 cucchiai d'olio extravergine d'oliva; 800 g di pomodori pelati; pecorino grattugiato; sale e pepe.
Preparazione

Setacciate le due farine sulla spianatoia, fate la fontana e versatevi l’acqua tiepida necessaria per ottenere un impasto molto consistente.

Impastate energicamente per una decina di minuti quindi raccogliete l’impasto a palla, avvolgetelo con panno e lasciatelo riposare per un po’ prima di stenderlo a un’altezza di 3-4 mm circa.

Tagliatelo in modo da ottenere una sorta di spaghettoni quadrati lunghi 15 cm circa. Preparate un trito con le carote, il sedano, la cipolla e gli spicchi d’aglio.

Scaldate l’olio in un tegame e fate rosolare dolcemente la cotica di prosciutto fino a quando avrà rilasciato parte del grasso.

Unite il trito di aromi e proseguite la rosolatura, a fuoco lento, per una decina di minuti.

A questo punto unite al soffritto una manciatina di prezzemolo tritato e, subito dopo, i pelati passati, sale e abbondante pepe.

Fate cuocere a fuoco vivace per circa venti di minuti: risulterà un intingolo dal sapore intenso e molto profumato.

Lessate i cecamariti in abbondante acqua salata, scolateli a saltateli in un’ampia padella con l’intingolo. Serviteli ben caldi con un’abbondante spolverata di pecorino.

Abbonati a Premium
X
X