Gnocchi con l’ombrellino

In sintesi

Totale: 25 minPreparazione: 10 minCottura: 15 min
Portata: Antipasti
Ricetta di: Patate

Il consiglio

Maniera insolita e giocosa di presentare i classici gnocchi al pomodoro e basilico. L'idea è nata dal fatto che la riuscita degli gnocchi dipende molto dalle condizioni climatiche (umidità, freddo, caldo) e che quindi potrebbero essere definiti un piatto “meteoropatico”, che ha a che fare col tempo. In realtà piacerà molto ai bambini e potrà essere utilizzata nei casi di inappetenza provando ad inventare ad ogni boccone una storia o una favoletta.

Preparazione

Lessare le patate con la buccia (partendo da acqua fredda). Quando saranno tenere (circa 15-20 minuti in base alla grandezza delle patate) scolarle e sbucciarle ancora calde infilzandole con l’apposita forchettina. Schiacciarle e impastarle con la farina aggiungendone man mano che viene assorbita.

Lavorare fino ad ottenere una palla elastica e liscia, non appiccicosa. Ottenere dei rotolini larghi un dito e poi dei tocchetti di circa 2 centimetri. Spolverare man mano gli gnocchi con la farina, coprirli con un canovaccio e cuocerli entro mezz’ora, in acqua bollente salata. Fondere una noce di burro a bagnomaria e tenere da parte.

Scaldare in una casseruola la polpa di pomodoro condita con poco olio, uno spicchio d’aglio, sale e pepe.

Scolare gli gnocchi man mano che vengono a galla e amalgamarli con il burro sciolto. Preparare i piattini di servizio versando sul fondo una “pozzanghera” di sugo di pomodoro.

Sistemarvi sul bordo uno gnocco infilzato con uno stecchino, coprire con una foglia di basilico a mo’ di ombrellino e completare con una “pioggia” di parmigiano.

Il consiglio

Maniera insolita e giocosa di presentare i classici gnocchi al pomodoro e basilico. L'idea è nata dal fatto che la riuscita degli gnocchi dipende molto dalle condizioni climatiche (umidità, freddo, caldo) e che quindi potrebbero essere definiti un piatto “meteoropatico”, che ha a che fare col tempo. In realtà piacerà molto ai bambini e potrà essere utilizzata nei casi di inappetenza provando ad inventare ad ogni boccone una storia o una favoletta.
  • Abbonati a Premium
      [polylang]
    X
    X