Insalata di portulaca, semi di pomodoro e ricotta calda calda

In sintesi

Difficoltà: Facile
Totale: 15 minPreparazione: 10 minCottura: 5 min
Portata: Contorni
Ricetta di: Verdura e Contorni
Piatto regionale: Sicilia

Il consiglio

Un'insalata poverissima fatta con poco più di niente... E cioè con qualche foglia di portulaca, un'erba spontanea che cresce vicino al mare e porta con sé il sapore di salsedine, i semi di pomodoro che di solito si scartano e il pane raffermo prima che sia buttato via. Fondamentale è però che la ricotta sia freschissima cioè ancora “calda calda” come dicono i produttori locali di questo latticino che spesso la offrono,nella tipica vendita porta a porta, la mattina presto.

Preparazione

Tagliare la calotta superiore dei pomodori, incidere lungo le nervature interne e ricavare i semi “a grappolo”.

Lavorare la ricotta di pecora a 40°C nel mixer oppure con un cucchiaio di legno in una ciotola posta su un bagnomaria, fino a raggiungere una consistenza cremosa.

Privare le fette di pane della crosta e ottenere quattro barrette rettangolari, tostarle in forno o sulla piastra e condirle con qualche scaglia di sale, un filo d’olio e foglioline di origano fresco.

Sistemare nel piatto (o su una pietra naturale) in ordine sparso i semi di pomodoro, le foglie di portulaca, una cucchiaiata di ricotta e il pane.

Il consiglio

Un'insalata poverissima fatta con poco più di niente... E cioè con qualche foglia di portulaca, un'erba spontanea che cresce vicino al mare e porta con sé il sapore di salsedine, i semi di pomodoro che di solito si scartano e il pane raffermo prima che sia buttato via. Fondamentale è però che la ricotta sia freschissima cioè ancora “calda calda” come dicono i produttori locali di questo latticino che spesso la offrono,nella tipica vendita porta a porta, la mattina presto.
  • Abbonati a Premium
      [polylang]
    X
    X