Riso pilaf

7 Gen 2008, 11:57 | a cura di Gambero Rosso

Mettete il riso in un colino, sciacquatelo a lungo sotto l'acqua corrente e asciugatelo allargandolo sopra un canovaccio.

Generalmente il riso non va lavato ma in questo caso l'operazione ha lo scopo di far perdere al riso la leggera patina di amido che riveste il chicco, dato che la caratteristica del pilaf è quella di avere i chicchi ben sciolti e sgranati.

Scaldate il burro in un tegame largo e fatevi appassire, a fuoco dolcissimo, la cipolla tritata. Lasciatela cuocere per circa un quarto d'ora senza che prenda colore quindi unitevi il riso e fatelo insaporire per qualche minuto, mescolando continuamente.

Quando i chicchi avranno assorbito il grasso, diventando lucidi, bagnate il riso con tutto il brodo bollente e aggiungetevi l'aroma prescelto.

Coprite il recipiente con il coperchio o con carta d'alluminio e, senza mescolare, mettetelo nel forno precedentemente scaldato a 180°.

Durante la cottura, che durerà circa 20 minuti, il riso non deve essere mescolato e una volta pronto e completamente asciutto [la superficie apparirà come bucherellata], versatelo sul piatto da portata e sgranatelo con la forchetta.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X