Tagliatelline bottarga e verdure

In sintesi

Difficoltà: Facile
Totale: 30 minPreparazione: 20 minCottura: 10 min
Portata: Primi
Ricetta di: Pasta secca
Piatto regionale: Sardegna

Il consiglio

La bottarga migliore, quella dal sapore più delicato, è quella ricavata dalle uova di muggine [cefalo]. E' tipica della Sardegna, in particolare della zona di Cabras dove tuttora viene prodotta la bottarga migliore ricavata da muggini freschi e salata con sistemi artigianali. Ha un leggero sapore di mandorle, un po' amarognola e decisamente salata.

Preparazione

Mondate e lavate sedano, carota, cipollotti e zucchina e tagliateli a cubetti piccolissimi e regolari. Dividete in due il pomodoro, privatelo dei semi e tagliatelo a dadini tenendolo separato dal resto delle verdure.

Passate la bottarga dall’affettatartufi per ricavarne delle fettine sottilissime, quasi trasparenti. Scaldate l’olio in una padella e fatevi saltare le verdure, escluso il pomodoro, per non più di cinque minuti in modo che rimangano croccanti e con il sapore di crudo.

Salate poco [la bottarga è molto saporita] e pepate. Cuocete la pasta, scolatela al dente e fatela saltare per un minuto nella padella con le verdure, unendo uno o due cucchiai dell’acqua di cottura.

Versatela nel piatto da portata e cospargetela con i dadini di pomodoro, con la bottarga e con qualche foglia di basilico sminuzzato.

Il consiglio

La bottarga migliore, quella dal sapore più delicato, è quella ricavata dalle uova di muggine [cefalo]. E' tipica della Sardegna, in particolare della zona di Cabras dove tuttora viene prodotta la bottarga migliore ricavata da muggini freschi e salata con sistemi artigianali. Ha un leggero sapore di mandorle, un po' amarognola e decisamente salata.
  • Abbonati a Premium
      [polylang]
    X
    X