6 Mag 2017 / 16:05

Francesco Apreda ci racconta il menu del decennale dell'Imàgo

Il ristorante all'ultimo piano dell'Hotel Hassler di Roma compie 10 anni. E lo festeggia con un restyling della sala e un menu dedicato al decennale.

Francesco Apreda ci racconta il menu del decennale dell'Imàgo

Il ristorante all'ultimo piano dell'Hotel Hassler di Roma compie 10 anni. E lo festeggia con un restyling della sala e un menu dedicato al decennale.

Festeggia i 10 anni il ristorante all'ultimo piano dell'Hotel Hassler di Roma. L'Imàgo, come l'ha immaginato e voluto Roberto Wirth, è oggi uno degli indirizzi di riferimento della ristorazione capitolina. E non solo per la vista da mille e una notte capace di lasciare senza parole anche chi Roma la conosce e la guarda da una vita. Ma anche per la cucina che, anno dopo anno, si fa più matura e centrata. Una proposta all'altezza del panorama: è stato questo il preciso desiderio di Wirth, dinastia di albergatori, da 39 anni saldamente alla guida di questo albergo dal fascino ineguagliabile.

 

Imago 10 anni

Roberto Wirth è più di quanto il suo ruolo possa dire: non solo il presidente e general manager, ma l'anima di questo 5 stelle lusso indipendente. Sempre presente, “la dedizione all'Hassles è totale” dice, e aggiunge: “questa dedizione si trasmette ovunque: nello stile, accoglienza, servizi offerti, nello staff”. E nel ristorante. Quell'Imàgo in cui lui ha creduto fortemente 10 anni fa, così come ha creduto in quel cuoco campano che era transitato ancora giovanissimo nelle cucine dell'Hassler e che è andato a ripescare anni dopo, proponendolo per esperienze all'estero prima di affidargli completamente il neonato ristorante al roof. A lui, Francesco Apreda, si deve il successo di questi anni. E al lavoro di concerto con la proprietà.

 

Imago

 

Le esperienze in Oriente sono quelle che Apreda ha saputo trasformare in ingredienti vivi per la sua cucina al pari di mozzarella e pomodoro, a sorpresa protagonisti in un ristorante gourmet di alto rango come questo. Apreda - anima campana, spirito cosmopolita, e la capacità di saldare in incontri apparentemente impossibili ingredienti esotici e sapori nostrani - ha saputo mettere a segno quella proposta internazionale e insieme italianissima che voleva Wirth. Il risultato è una cucina contemporanea, che racconta l'Italia varcando frontiere e oceani. Capace di parlare a romani e turisti di ogni parte del mondo, e spiegare come la Campania, l'India e il Giappone possano convivere senza frizioni nei piatti.

 

 

Il restyling e un menu per celebrare i 10 anni

Un traguardo importante, questo dei 10 anni. Per l'occasione, un restyling della sala ha reso ancora più accoglienti e piacevoli gli spazi, e una nuova illuminazione valorizza i piatti che devono contendere l'attenzione degli ospiti alla vista che abbraccia la Città Eterna. Per raccontare il percorso fatto fino a ora, Francesco Apreda ha studiato un menu di 10 portate riproponendo quei piatti che hanno un significato particolare nella storia del ristorante. Lo chef ha voluto raccontarsi così, con una carta tutta dedicata ai suoi classici, talvolta rielaborati alla luce della piena maturità di oggi, delle esperienze di questi anni, che hanno regalato viaggi, conoscenze, ingredienti e suggestioni. Un esempio? Il piatto preferito da Mr. Wirth: le Capesanteimpanate e ripiene di mozzarella di bufala, foglie di sedano e tartufo nero,in cui la panatura da classica milanese con pangrattato e farina è ora a base di panko e lamelle indiane di riso essiccate, mentre la salsa è arricchita da funghi shitake.

 

Imàgo dell'Hotel Hassler | Roma | p.zza Trinità dei Monti, 6 | tel. 06.69934726 |www.imagorestaurant.com

 

a cura di Antonella De Santis

video Francesca Naccarato

 

 

 
Abbiamo parlato di:
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition