19 Ott 2017 / 18:10

La Vendemmia tra moda, vino e cibo. Da Milano alla prima edizione nella Capitale

Nata nel quadrilatero del Montenapoleone District, l'iniziativa milanese approda a Roma per la prima volta, dopo il successo di pubblico che ha premiato la seconda edizione meneghina, appena conclusa. L'obiettivo? Valorizzare il made in Italy facendo sistema, con un occhio di riguardo al vino. 

La Vendemmia tra moda, vino e cibo. Da Milano alla prima edizione nella Capitale

Nata nel quadrilatero del Montenapoleone District, l'iniziativa milanese approda a Roma per la prima volta, dopo il successo di pubblico che ha premiato la seconda edizione meneghina, appena conclusa. L'obiettivo? Valorizzare il made in Italy facendo sistema, con un occhio di riguardo al vino. 

La Vendemmia a Montenapoleone

Un evento di successo che cresce costantemente in contenuti e interesse, “La Vendemmia” del Montenapoleone District ha ancora una volta mostrato come quello tra moda e vino sia un connubio particolarmente azzeccato e per la prima volta sposterà il proprio format anche nella Capitale in via Condotti e piazza di Spagna dal 16 al 22 Ottobre.

Sono state un centinaio le boutique milanesi coinvolte, un numero ben più corposo rispetto alle 35 della prima edizione, un’occasione inusuale per vivere questi spazi in modo rilassante ed approfittarne per fare shopping con un buon bicchiere di vino o bollicine. Le vie del quadrilatero, chiuse per l’occasione al traffico, sono state sommerse di migliaia di milanesi e turisti, un’ulteriore testimonianza di come possa essere promosso il Made in Italy in modo intelligente e sostenibile, facendo sistema.

Anche il programma si è rivelato particolarmente ricco, e e articolato in diversi momenti, dal Wine Tasting organizzato dal Comitato Grand Cru d’Italia a Palazzo Serbelloni, alle svariate Wine Experience all’interno degli hotel cinque stelle lusso, ai menu ad hoc dei ristoranti più rinomati del centro.

 

L'asta benefica del vino

Inoltre è stata organizzata un’asta benefica “Italian Masters” da Christie’s a Palazzo Bovara, un’asta capace di raccogliere oltre 20mila euro che saranno devoluti alla Onlus Dinamo Camp. Ci si poteva aggiudicare non soltanto bottiglie speciali per annata e formato ma anche esperienze uniche, come soggiorni nelle strutture private delle cantine, abbinati a degustazioni seguite direttamente dalla proprietà, oppure cene presso ristoranti stellati legati alla cantina, o ancora visite personalizzate nei musei realizzati da alcuni soci del Comitato, una scelta per valorizzare i territori di produzione ed entrare in contatto con i luoghi d’origine del vino e con chi lo produce.

Fino al 26 Novembre sarà poi possibile partecipare ad alcuni appuntamenti particolari della 87esima Fiera Internazionale del Tartufo Bianco di Alba, come la “caccia al tartufo” nei boschi, insieme a una guida esperta del territorio e a al suo cane.

 

La Vendemmia a Roma

In questi giorni, e fino a domenica 22 ottobre, si replica a Roma con il patrocinio del Comitato Grand Cru d’Italia e di ASDI Dimore Storiche d’Italia, un evento promosso ed organizzato insieme alle Associazioni Piazza di Spagna Trinità dei Monti e via Condotti. Particolarmente interessante la possibilità di visite guidate in palazzi storici usualmente chiusi al pubblico, associati alle Dimore Storiche. La Vendemmia di Roma, com'è stata ribattezzata, coinvolgerà 60 boutique, ognuna offrirà un calice di vino a romani e turisti in giro per shopping; e diversi sono anche gli hotel del centro coinvolti, dal D.O.M. all'Hotel De Russie, al St. Regis. Più 24 ristoranti aderenti all'iniziativa, che fino al 21 ottobre proporranno un menu dedicato (35 euro per il pranzo, 60 per la cena).

 

a cura di Paolo Pojano

Abbiamo parlato di:
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition