Oltre 300 anni di storia alle spalle, ma ancora la voglia di cambiare: l'emporio più celebre del Regno Unito ha aperto il suo primo ristorante all'interno del lussuoso centro commerciale Royal Exchange. Ecco com'è il locale firmato Fortnum&Mason. 

 

Le origini

Fronteggia da sempre, dal lontano 1707, la Royal Academy lungo la trafficata Piccadilly Street di Londra, questa sala da tè, gastronomia, mecca golosa che ha fatto la storia dell'afternoon tea britannico. Quella di Fortnum&Mason è una storia che va di pari passo con quella della Gran Bretagna, costituita proprio nello stesso anno: durante i primi del Settecento William Fortnum era al servizio della regina Anna con il compito di accendere ogni sera le candele. La regina però era talmente esigente che non ammetteva secondi tentativi, per cui Fortnum aveva ottenuto il permesso di portare a casa quelle che si erano spente. Insieme al padrone di casa Hugh Mason,decise di mettersi in affari e iniziare a vendere le candele inutilizzate. Dai ceri si passò al tè, le spezie, la frutta secca, la selvaggina, fino a creare uno dei primi marchi inglesi di gastronomia, tanto da rifornire l'esercito a Waterloo, gli ospedali di Florcence Nightingale durante la guerra di Crimea, e anche Charles Dickens.

 

fortnum and mason

Le specialità

Si possono ammirare ancora oggi, il signor Fortnum e il signor Mason, puntuali allo scoccare di ogni ora quando, con in mano un candelabro e una teiera, sbucano dall'orologio in cima all'edificio in mattoncini rossi e vetrine acquamarina di epoca georgiana. L'indirizzo di Piccadilly resta l'emporio britannico per antonomasia, ma nel frattempo il colosso ha aperto anche altri due punti vendita, uno alla stazione di St. Pancras e uno all'aeroporto di Heathrow, entrambi ricchi di prelibatezze: infusi, dolci, praline, cioccolata, distillati di pregio, tazze, teiere, ceramiche, specialità gastronomiche di nicchia ma anche carne e verdure (fra cui i prodotti del principe Carlo, in arrivo direttamente dalle sue tenute di Highgrove, Gloucestershire).

 

Fortnum&Mason

Oltre ad acquistare, nella sede storica si va anche per provare il vero rituale del tè all'inglese, con panini, tramezzini e tutti i dolci della tradizione. Oppure per assaporare qualche prelibatezza dell'area take-away, fra cui l'immancabile scotch egg, un fritto a base di uova, salsiccia e pangrattato, uno degli snack più in voga tra gli inglesi che sembra aver avuto i suoi natali proprio qui.

Il ristorante

Da pochi giorni è inoltre possibile anche degustare un'intera cena targata Fortnum&Mason. Dopo oltre 300 anni di storia, infatti, la madre di tutte le sale da tè ha deciso di inaugurare un ristorante a tutti gli effetti, stavolta nella City, al Royal Exchange, edificio storico nato nel 1565 come centro per il commercio della città, oggi adibito a lussuoso centro commerciale dove si trovano le più eleganti boutique della città, da Hermès a Tiffany. Il nuovo ristorante si è inserito nello spazio che ha ospitato per 15 anni D&D, il gruppo di ristoranti, bar e hotel di classe che a fine estate ha deciso di non rinnovare il contratto. “Un'apertura che segna la continua crescita del brand, insieme alla volontà di Londra di imporsi sempre più come capitale finanziare mondiale”, ha dichiarato il Gruppo in una nota.

 

Fortnum&Mason ristorante

L'offerta

90 coperti, con la possibilità di mangiare al tavolo o lungo il bancone. Il menu? Caviale, molluschi di ogni tipo, salmone affumicato – uno dei prodotti di punta del brand – affettato a mano direttamente al bancone, davanti ai clienti. Una grande attenzione al pesce e ai frutti di mare, e poi i grandi classici dell'emporio, come il Welsh rarebit, il pane tostato e cosparso di formaggio fuso tipico del Galles, oppure il knickerbocker glory, un sundae di gelato (ovvero più cucchiaiate di gusti diversi ricoperte da una salsa) servito in una coppa alta e ampia. Il tutto accompagnato da champagne, vini di prima scelta, cocktail ben miscelati a base di distillati di qualità e tè ricercati, con un nuovo blend speciale a base di Assam, Ceylon e Yunnan, creato appositamente per il Royal Exchange.

Fortnum&Mason – Londra – The Royal Exchange - www.fortnumandmason.com

a cura di Michela Becchi