Sei giorni di cucina, sport, competizioni, divertimento e beneficenza. Scaldate i motori per l'Audi Chef’s Cup Südtirol. Dal 19 gennaio in Alta Badia l’edizione numero nove.
Pubblicità

Si scaldano i motori in Alta Badia per la nona edizione della Chef’s Cup, la sei giorni di grande cucina e grande montagna ideata dallo chef Norbert Niederkofler del St. Hubertus del relais Rosa Alpina di San Cassiano, e diventata uno dei grandi appuntamenti della regione e del panorama dell’alta ristorazione. Insieme a Norbert Niederkofler, a dare il benvenuto agli ospiti Matteo Metullio del ristorante La Siriola, dell’Hotel Ciasa Salares e Giancarlo Morelli del Pomiroeu di Seregno.
Golosissimo il parterre con 80 chef italiani e internazionali, e goloso anche il programma che alterna degustazioni e corsi di cucina, show cooking, contest, eventi di beneficenza, intrattenimento e attività sportive come la driving experience, la prova di guida su ghiaccio e su neve, le gare di sci e di golf.

Ricca la compagine italiana: da Enrico e Roberto Cerea del ristorante Da Vittorio di Brusaporto, a Davide Scabin del Combal.Zero di Rivoli, passando per Antonio Guida del Pellicano di Porto Ercole, Gennaro Esposito de la Torre del Saracino di Vico Equense, Pino Cuttaia de La Madia di Licata, Alfonso & Ernesto Iaccarino del Don Alfonso, Riccardo Monco dell’Enoteca Pinchiorri di Firenze, per citare solo qualche nome eccellente. Ma importanti sono anche le presenze internazionali, con 16 chef dall’Europa e dal mondo, tra gli altri Diego Muñoz Velazquez del Ristorante Astrid&Gastón di Lima, Lanshu Chen del ristorante Le Moût di Taichung e Norbert Kostner dell’Hotel Mandarin Oriental di Bangkok, Dieter Koschina del Vila Joya di Albufeira, in Algarve, l’austriaco Eckart Witzigmann e Francesco Mazzei del Ristorante L’Anima di Londra.

80 tra i migliori chef del pianeta che si fronteggiano in appassionate competizioni sportive e appuntamenti gastronomici. Tra gli altri le gare di sci e golf, gli show cooking, il Barbecue in Terrazza all’Hotel Ciasa Salares, uno chic-nic, ovvero un pic-nic in un esclusivo chalet di montagna, il Gourmet Safari in quota, il Pasta Contest, una sfida ai fornelli fra atleti e vip. Fino alla cena Gran finale venerdì 24 gennaio, con la cena degli “Chef e Grandi Chef” dei Relais & Châteaux.

Pubblicità

Regione ospite dell’edizione 2014 il Piemonte, e con il Piemonte uno dei piatti simbolo della regione: il Bue Grasso di Carrù, protagonista della cena di lunedì, preparato da chef piemontesi, primo tra tutti Maurilio Garola de La Ciau del Tornavento di Treiso nelle Langhe.

Insomma una sei giorni in cui l’eccellenza gastronomica mondiale diventa protagonista di un momento di incontro e convivialità, di sana competizione e scambio, organizzato da chef per altri chef. Come spiega Norbert Niederkofler “èun evento che vuole rafforzare il progetto di collaborazione, confronto, scambio che anima la nuova generazione di chef”. Attenti al territorio, alle culture e alle tradizioni locali, ma anche aperti a suggestioni diverse. “La filosofia della mia cucina è la diversità” conclude. E forse sta proprio in questa parola d’ordine, diversità, il successo di una festa che mette insieme 80 cuochi. Tutti diversi, tutti con la stessa passione.

Audi Chef’s Cup Südtirol |Alta Badia | 19-24 gennaio | www.chefscup.it | www.altabadia.org

a cura di Rosalba Graglia