Street Food Sardegna. Pizza in teglia alla romana a Tempio Pausania

12 Ott 2015, 15:30 | a cura di Michela Becchi

In provincia di Olbia-Tempio, nel comune di Tempio Pausania, a dominare il panorama del cibo da strada è la Pizzeria Bosco. Materie prime d'eccellenza, lievitazione lenta e pizza “alla romana”: in teglia e servita al trancio.

 

Pubblicità

Si è fatto le ossa in una panetteria della zona, Massimo Bosco, prima di aprire insieme alla sua ex compagna quella che ormai è diventata un'insegna di qualità nella provincia di Olbia-Tempio. A Tempio Pausania, Massimo sforna la sua pizza in teglia alla romana nel locale che porta il suo cognome. Farine macinate a pietra e impasti con biga e poolish le regole del suo lavoro, premiato anche dalla nostra guida Pizzerie d'Italia 2016 con il massimo di tre rotelle, titolo riservato alle pizzerie a taglio.

Il locale

Pizzeria Bosco nasce nell'aprile 2008 dalla voglia di Massimo di “avere completa carta bianca”. Al suo fianco, la sua ex compagna che lo sostiene e incoraggia ad aprire l'attività. “Lavoravo in un altro panificio ma a un tratto quel lavoro non mi bastava più. Ho un continuo bisogno di crescere, muovermi e per questo ho pensato di mettermi in proprio”, racconta Massimo.

E il lavoro ha ingranato fin dall'inizio, nonostante i problemi burocratici: “lo Stato è il primo nemico di questo tipo di attività. Fagocita gran parte degli incassi che noi lavoratori guadagniamo, ma mi reputo comunque fortunato”. Fortunato e professionale, preciso e rigido; alla pizzeria Bosco non esistono sconti o promozioni “perché la qualità non va mai svenduta”. Al di là dei piccoli problemi burocratici, Massimo non ha riscontrato grandi difficoltà nel suo lavoro “forse agevolato dal fatto di essere già conosciuto per via dei premi ottenuti negli anni”. Fra questi, quello conquistato al Campionato Mondiale della Pizza, vinto ben due volte. Massimo però non dimentica mai il valore dell'umiltà: “ho voluto partire senza un'apertura in grande. Avevo solo un aiutante e il giorno dell'inaugurazione io e la mia ex partner abbiamo lavorato per 15/16 ore di fila”.

Pubblicità

I prodotti

Farine macinate a pietra Mulino Marino, mozzarella di bufala di Battipaglia, pomodorini di Pula, acciughe di Sciacca, capperi di Pantelleria e tante altre specialità italiane a prova di buongustaio sono alla base delle creazioni di Massimo. Insieme anche una piccola selezione di dolci e brioches burrose e soffici. Per la panetteria, è il pane di farro integrale il preferito dai clienti mentre sul fronte pizza, prodotto di punta è la rossa con bufala, pomodorini a crudo, acciughe, capperi, origano e basilico fresco. “Sulle materie prime non si bada a spese”, questo il motto di Massimo. Gli impasti sono indiretti e vedono protagonisti biga e poolish, una versione liquida della biga ottenuta con acqua, farina e lievito. La lunga lievitazione e la maestria danno vita a una pizza dall'alveolatura eccezionale, croccante, fragrante, digeribile.

 

Pizzeria Bosco | Tempio Pausania (OT) | via Vittorio Veneto, 4 | tel. 079 632494 | www.facebook.com/Pizzeria-Panetteria-Bosco-49348788950/timeline/

 

Pubblicità

a cura di Michela Becchi

 

Guida Street Food 2016 del Gambero Rosso | pp. 227 | Euro 6,50 | acquistabile in edicola, libreria e on line

 

Per vedere i risultati della guida Street Food 2016 del Gambero Rosso clicca qui

 

Per leggere Street Food Liguria. La focaccia a domicilio di Strakkino clicca qui 

Per leggere Street Food Piemotne. L'arte bianca di Perino Vesco Fornai in Torino clicca qui

Per leggere Street Food Veneto. La roulotte itinerante de La Osteria Chef in Viaggio clicca qui

Per leggere Street Food Sicilia. La rosticceria palermitana mignon de I Cuochini clicca qui

Per leggere Street Food Toscana. 'Ino: il gusto della semplicità con i panini di Alessandro Frassica clicca qui

Per leggere Street Food Puglia. Panificio Adriatico: pani e taralli pugliesi clicca qui

Per leggere Street Food Abruzzo. Blu Mare Le Frit C'est Chic pescheria con cucina a San Vito clicca qui

Per leggere Street Food Marche. Chiosco al Furlo: quarantacinque anni di tradizione e qualità clicca qui

Per leggere Street Food Lazio. Sapori di casa a portar via: il raviolo take away di Mariolina clicca qui

Per leggere Street Food Basilicata. Forno Sorelle Palese: tre generazioni di lucane a confronto clicca qui

Per leggere Lo street food di Mauro Uliassi: Panino porchetta e porchetta clicca qui

 

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X