Tre "spicchi di cacio" per i migliori formaggi d’Italia

27 Feb 2012, 12:15 | a cura di Gambero Rosso
[caption id="attachment_89534" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2011/06/275397_web.jpeg[/caption]

I 3 spicchi 2012 e i fuoriclasse dell’anno nella prima ed unica guida che valuta i prodotti caseari per assaggio diretto, assegnando “spicchi di cacio”.

 

 

Alla Città del gusto di Roma abbiamo presentato la prima edizione della guida

Pubblicità

php?page=shop.product_details&flypage=flypage.tpl&product_id=761&category_id=3&keyword=formaggi&option=com_virtuemart&Itemid=5078&lang=it" target="_blank">Formaggi, i migliori d’Italia 2012 edita da Gambero Rosso. Per la prima volta vengono valutati e riuniti in una guida i derivati del latte e giudicati attraverso gradini di degustazioni e assaggi che hanno portato all’assegnazione dei 3 spicchi e alla proclamazione dei fuoriclasse.

 

220 aziende, 316 formaggi, regione per regione, azienda dopo azienda, vengono fornite le analisi organolettiche dei singoli prodotti, le indicazioni di lavorazione, la stagionalità, il tipo di latte e gli abbinamenti ideali. Ogni regione è corredata da i “luoghi del formaggio” (i ristoranti dove gustarli al meglio) e da consigli che vanno “oltre il formaggio” ovvero i negozi dove comprare, oltre il formaggio, i prodotti che meglio vi si abbinano come panetterie, gastronomie, birrifici e pasticcerie.

Pubblicità

 

Premio speciale per  17 formaggi definiti “fuoriclasse”, identificati con il  simbolo dei 3 spicchi su un tagliere: prodotti che fra tutti si sono distinti per bontà, equilibrio ed eleganza. Tra questi primeggia la regione Emilia Romagna con 3 premiati, seguita dalla Basilicata e dalla Campania.

La classifica  dei formaggi premiati con i 3 spicchi, invece, vede in testa  il Piemonte con ben 17 prodotti premiati, seguito dalla Lombardia con 12, dalla Basilicata con 11 e dalla Puglia con 9.

Premio speciale per i formaggi che fra tutti si sono distinti per bontà, equilibrio ed eleganza.

Pubblicità

MACCAGNO A LATTE CRUDO Pier Luigi Rosso  Piemonte
BITTO 2004 DOP
Valli del Bitto Lombardia
ASIAGO D’ALLEVO STRAVECCHIO DOP
Malga Porta Manazzo Veneto
FORMADI FRANT
Gortani Friuli Venezia Giulia
PARMIGIANO REGGIANO 7 ANNI DOP
Bonat Emilia Romagna
PARMIGIANO REGGIANO 72 MESI DOP
   Gennari Emilia Romagna
PARMIGIANO REGGIANO 70 MESI DOP
Nuovo Malandrone Emilia Romagna
RICOTTA A SCORZA NERA
Rotolo Abruzzo
CACIOCAVALLO PODOLICO
 Colantuono Molise
CONCIATO ROMANO
Le Campestre Campania
MOZZARELLA DI BUFALA CAMPANA DOP
La Fenice Campania
CACIOCAVALLO PODOLICO DEL
GARGANO 12 MESI
La Torre Taronna Puglia
CACIOCAVALLO PODOLICO LUCANO
Curcio Basilicata
PECORINO
Di Gilio Basilicata
PECORINO DI MONTE PORO
La Tranquilla Calabria
PIACENTINU ENNESE DOP
          Casalgismondo Sicilia
FIORE SARDO MATURO GALLURADORO DOP
 Sardaformaggi Sardegna

 

I formaggi trattati nella guida sono stati selezionati sulla base dei seguenti criteri:
bontà; originalità e qualità del prodotto; tipicità; collegamento e diffusione su un determinato territorio; quantità di formaggio prodotto; reperibilità e continuità produttiva; riconoscimento legislativo (DOP e Igp); presenza di un consorzio o di un disciplinare di produzione autogestito o locale.
E, inoltre, per aiutare il lettore a tradurre in parole le percezioni gustative che il formaggio trasmette attraverso i sensi, vengono proposti i termini chiave con le relative spiegazioni per capire come sono stati interpretati i sapori e gli odori. Si viene poi guidati attraverso tutti i passaggi che servono per assaporare al meglio il formaggio: dalla presentazione alla degustazione, dalla conservazione agli abbinamenti con il pane e con il vino fino ad arrivare alla scelta del coltello giusto.

Una guida che non si limita a dare voti ai migliori prodotti ma che vuole produrre cultura intorno a un settore che è stato nel tempo piuttosto abbandonato a sé stesso. Uno strumento per avvicinare i lettori ad una produzione ricca di tradizioni locali che è una delle più significative a livello internazionale.
 

“Questa pubblicazione rappresenta un unicum,un numero primo, non solo in Italia ma anche nel resto del mondo,” ha dichiarato il presidente di Gambero Rosso Paolo Cuccia. “Dopo aver dedicato una guida ai vini, ai ristoranti, agli oli, ai bar, alle pasticcerie non poteva mancare una guida dedicata ai formaggi.

Ancora una volta il Gambero Rosso è accanto ai maggiori produttori delle eccellenze enogastronomiche del nostro paese. Un viaggio attraverso gli angoli più nascosti della penisola che ha sfidato ostacoli e difficoltà per arrivare al giudizio finale attraverso gradini successivi di degustazione. Un argomento affrontato con passione e spirito di ricerca con l’obiettivo di produrre cultura intorno a un settore chiave dell’enogastronomia italia.”

Formaggi, i migliori d’Italia 2012
220 aziende 316 formaggi
Gambero Rosso®
pp 303  - 11,90 euro

 

 

27/02/2012

{slide=Video - Formaggi: i migliori d'Italia 2012}{bo_videojs width=[590] height=[443] autoplay=[false] loop=[false] flash=[http://med.gamberorosso.it/media/2012/02/302832.flv] image=[http://med.gamberorosso.it/media/2012/02/302833_web.jpeg]}{/slide}
cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X