Concludiamo il viaggio alla scoperta delle più valide aziende olivicole italiane in Veneto, in provincia di Verona, con l'azienda Bonomelli Boutique Olive Farm.
Pubblicità

In controtendenza con il resto dell’Italia, in Veneto – come in altre regioni del Nord – nel 2018 si è verificata una buona fase di allegagione e fruttificazione per gli ulivi. La qualità dell’olio extravergine d’oliva veneto, infatti, è risultata piuttosto buona, anche grazie a una ridotta presenza di attacchi parassitari.

Olio extravergine d’oliva veneto: uliveti e frantoi

Nella parte del Nord-Est della Penisola, il Veneto è attualmente la regione olivicola più significativa, con oltre 5mila ettari olivetati e circa 40 frantoi attivi. Un settore in crescita, quello dell’oro verde veneto, che si sta sviluppando anche grazie ai nuovi impianti messi a dimora negli ultimi anni. Il migliore dell’ultima campagna olearia? Secondo la guida Oli d’Italia 2019 del Gambero Rosso è Bonomelli Boutique Olive Farm.

Il miglior olio del Veneto: Bonomelli Boutique Olive Farm

In Italia, dici Bonomelli e dici camomilla. La precedente avventura dell’olivicoltore, infatti, è piuttosto nota al pubblico italiano, ma oggi Paolo Bonomelli è un grande produttore di extravergine di eccellenza (per la storia completa, L’olio di Paolo Bonomelli). Il suo oliveto, immerso nel verde delle colline di Torri del Benaco, è costituito da 4500 piante distribuite su 12 ettari di terreno.

Pubblicità

Gli oli di Bonomelli Boutique Olive Farm

Fra le sue etichette, è il Trefórt a distinguersi e vincere il premio di Miglior Blend dell’anno. Un fruttato intenso dall’amaro e il piccante equilibrati, verde e persistente, giocato sulle note di pomodoro, rucola, mandorla e delle belle sensazioni balsamiche. Altro cavallo di razza è il Dop Garda Orientale Monocultivar Drizzar, dai sentori di erbe aromatiche, erba tagliata e pepe, ben bilanciato tra amaro e piccante, decisi ed eleganti. Ottimo anche il Classico, altro fruttato intenso erbaceo e caratterizzato da un’intensa nota di pepe e nuance balsamiche complesse.

I ristoranti dell’olio

Per mangiare bene in Veneto (e assaporare oli di alta qualità) un indirizzo sicuro è 19.94 a Padova, insegna che segna il debutto di Alessandro Rotolo nel mondo del cibo e il ritorno di Stefano Agostini che, insieme, realizzano una cucina centrata e solida, supportata da una cantina ben costruita e di stampo internazionale. C’è poi Al Covo a Venezia, ristorante storico che continua a stupire con un menu ancorato a prodotti di alta qualità e un servizio sempre cortese e professionale. E ancora La Montaella ad Arquà Petrarca, in provincia di Padova, suggestivo locale dei Colli Euganei che propone un menu territoriale e legato alle tradizioni del luogo.

Le botteghe dell’olio

Per gli acquisti, invece, si va da Damini Macelleria&Affini ad Arzignano, macelleria, ristorante d’autore, wine bar di livello e bottega dove trovare le migliori specialità venete e non solo, olio compreso. Oppure da Pantagruelica a Venezia, enogastronomia che spazia dal vino all’aceto, passando per l’extravergine.

Bonomelli Boutique Olive Farm – Torri del Benaco (VR) – via per Albisano, 95 – paolobonomelli.com/Home.html

Pubblicità

a cura di Michela Becchi