Le Delizie di Leonardo. Il festival enogastronomico della Mostra dell’Artigianato di Firenze

18 Apr 2016, 12:54 | a cura di Livia Montagnoli

È il critico e giornalista gastronomico Leonardo Romanelli a concertare il programma della manifestazione ospite dell’ottantesima edizione della fiera dedicata all’artigianalità. Ogni giorno, dal 23 aprile al 1 maggio, show cooking e degustazioni in Fortezza da Basso. 

Pubblicità

Ottant’anni di Mostra dell’Artigianato

Non si fa in tempo a chiudere una settimana all’insegna della mobilitazione cittadina tra stand fieristici, gallerie, loft e show room – la Milano del Salone del Mobile e del Fuorisalone quest’anno è stata letteralmente invasa da eventi e iniziative collaterali, molti a tema enogastronomico – che l’attenzione subito (o quasi) si sposta qualche centinaio di chilometro più a sud, a Firenze, per ricominciare. Nel capoluogo toscano, il 2016 rappresenta un traguardo importante per lo storico appuntamento con la Mostra dell’Artigianato, giunta all’ottantesima edizione, in scena dal 23 aprile al 1 maggio. Come di consueto la manifestazione sarà ospitata negli spazi della Fortezza da Basso e metterà in mostra il frutto dell’ingegno artigiano, ospitando tanto le storiche botteghe fiorentine quanto i maestri in arrivo da tutta Italia e dal mondo, per ricreare una sorta di villaggio globale di arti, mestieri e culture. Quest’anno uno spazio di rilievo sarà accordato al Brasile, Paese ospite, e al suo lato creativo, con tanto di churrascaria allestita nella Polveriera per proporre un tributo alla cucina brasiliana. Protagonista assoluta la feijolada, pietanza nazionale a base di carne di maiale, riso e fagioli (m a si potrà sperimentare la cucina latino americana anche al temporary restaurant Rio Grande).

Artigianalità e enogastronomia

Sì, perché proprio in virtù del tema, che così tanto privilegia il fare artigianale, la manualità e l’inventiva delle diverse identità culturali radunate in Fortezza, l’enogastronomia rivestirà un ruolo importante, espressione più genuina (e antica) del saper fare. E allora perché non celebrare l’ottantesimo compleanno con un evento nell’evento che proprio sull’enogastronomia e sulle eccellenze del gusto ha scelto di porre l’accento? Il titolo della seconda edizione de Le Delizie di Leonardogioca con il nome del suo ideatore, Leonardo Romanelli, campione di fiorentinità e noto giornalista di settore, che per l’occasione ha concertato un programma di iniziative e show cooking con la partecipazione di noti chef, giovani talenti emergenti e ristoranti tradizionali della città. Il critico gastronomico ospiterà e modererà molti di loro intorno ai fornelli della cucina Berto’s, installata in fiera, teatro per dimostrazioni di cucina, incontri e degustazioni guidate. Insomma, un appuntamento che ha tutte le carte in regola per proporsi al pubblico come festival gastronomico di un certo spessore, vista anche la qualità degli ospiti che interverranno.

Le Delizie di Leonardo. Gli ospiti e il programma

Tra loro Riccardo Mondo e Alessandro della Tommasina dall’Enoteca Pinchiorri, Valeria Piccini del ristorante Da Caino, Paolo Gori di Burde, Maria Probst e Cristian Santandrea della Tenda Rossa, Antonello Sardi della Bottega del Buon Caffè, Stefano Pinciaroli del PS, Mirko Giannoni del Pepe Nero, Andrea Mattei del Meo Modo, Cristian Giorni del Silvana, Giuseppe Mancino del Principe di Piemonte, Silvia Baracchi del Falconiere, Luca Landi del Lunasia, Paolo Fiaschi del Papaveri e Papere, Matia Barciulli dell'Osteria di Passignano, Alessandro Zanieri del Ristorante dei Frescobaldi, Senio Venturi dell'Asinello, Beatrice Segoni del Konnubio, Cristoforo Trapani del Magnolia, Peter Brunuel del BSJ. E ci saranno anche i ragazzi degli Istituti alberghieri locali, perché il festival vuole essere momento formativo e vetrina della tradizione regionale: gli studenti saranno guidati da Simone Cipriani nella preparazione di alcune pietanze tipiche a base di legumi. Ogni giorno si avvicenderanno le degustazioni di caffè, tè, vino e birra artigianale, ma ci sarà spazio anche per i maestri pasticceri toscani e per le loro proposte golose con Luca Mannori e Paolo Sacchetti, Simone Bellesi e Luca Lacalamita, che giocano in casa, ma anche un focus giornaliero dedicato al gelato artigianale fiorentino. Tra le degustazioni più originali quella dedicata al quinto quarto, con assaggi di trippa e lampredotto a cura di Leonardo Torrini.

Pubblicità

Ogni sera il Barman Show dell’associazione Cocktail in the world proporrà prove di miscelazione d’autore, sulla scia del successo della Florence Cocktail Week, da poco terminata. Mentre per restare concentrati sull’artigianalità, la Sfida del bardiccio accenderà i riflettori su un salume tipico della Val di Sieve, a disposizione di tutti i concorrenti che vorranno cimentarsi sotto gli occhi del pubblico con una ricetta che lo esalti. Poi, una giuria di esperti decreterà il vincitore. Tutti gli appuntamenti sono gratuiti, fino a esaurimento posti.

 

a cura di Livia Montagnoli

 

Pubblicità

Le Delizie di Leonardo | Mostra dell’Artigianato, Fortezza da Basso, Padiglione Spadolini, piano attico | dal 23 aprile al 1 maggio, dalle 11 alle 21 | www.mostraartigianato.it/it/la-fiera/iniziative-speciali/422-le-delizie-di-leonardo-romanelli.html

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X