Più di tre mesi lungo l’Arno per trascorrere una serata all’aria aperta all’insegna di musica, cocktail e buon cibo di strada. Molo5 esordisce tra gli appuntamenti dell’estate fiorentina con un team di truck e stand d’eccellenza, dal lampredotto di Nigro agli yakitori di Koto Ramen, dalla pizza bio di Simbiosi al polpanino del Polpaio. 

Pubblicità

Sul Lungarno con lo street food d’autore

Quando arriva l’estate, a Firenze, l’alternativa a una scampagnata sulle colline che circondano la città può essere un rilassato pomeriggio al tramonto sul Lungarno, ancor più piacevole con il conforto di buon cibo, cocktail e musica. Non a caso, da qualche anno a questa parte sono diverse le iniziative che popolano gli argini del fiume che taglia in due il capoluogo toscano, richiamando un gran numero di fiorentini e turisti a poca distanza dalle principali attrattive della città. E il 2017 segna l’esordio di Molo5, street food & music nel “porto” di Lungarno Colombo, allestito per l’occasione per ricordare la suggestione di uno storico Lido, che dai primi giorni di maggio fino a settembre proporrà l’offerta gastronomica di quattro realtà fiorentine e toscane in “libera uscita” insieme ai cocktail del Rex, noto locale notturno di via Fiesolana, che sull’Arno presenterà una drink list ispirata ai classici della miscelazione, ma pure alle specialità delle insegne coinvolte. Quali sono, dunque, le botteghe che animeranno la prima edizione di Molo5 già tra qualche giorno?

La proposta gastronomica

Sulla tradizione locale punta il food truck di Lorenzo Nigro (il lampredottaio del Mercato Centrale, quinto quarto di terza generazione), che proporrà il panino col lampredotto di stretta osservanza fiorentina; dall’isola d’Elba, invece, arriva la proposta di mare del Polpaio, l’apina che serve stoccafisso all’elbana, frittura di paranza, polpanino con polpo grigliato, rapini salati e maionese homemade, granfia in forchetta (polpo lessato e servito con poco peperoncino in punta di forchetta). Mentre la proposta dedicata alla pizza sarà affidata agli impasti biologici di Simbiosi –  da farine semintegrali macinate a pietra, mozzarella biodinamica, pomodoro bio toscano –  e alla quota esotica provvederà Koto Ramen (recente il raddoppio a Prato del ramen bar che ha conquistato Firenze), che per la sua prima uscita ufficiale ha ideato un menu ispirato allo street food giapponese, con la collaborazione dell’ultimo arrivato nel team, chef Hideki Nakagawa, originario di Kyoto. In arrivo da esperienze importanti in ristoranti italiani (come La Locanda di Piero), lo chef giapponese si è unito alla squadra per portare nuovi stimoli alla cucina del ramen bar fiorentino, contaminandola con specialità della tradizione popolare nipponica, che la bottega di Koto battezzerà proprio in occasione della sua partecipazione a Molo5. Tornano i gyoza – vegetariani e di carne – ma il menu si arricchisce con yakitori di carne toscana e bao bun cotti al vapore ripieni di salmone in salsa teriyaki. Oltre a proposte più insolite che cambieranno quotidianamente in base alla disponibilità degli ingredienti.

L’oasi de La Toraia sull’Arno

Avanzando in direzione del centro, invece, in Lungarno del Tempio, La Toraia è pronta a bissare (e già operativa dal pranzo fino alla mezzanotte) il successo della scorsa stagione: hamburger di chianina a birra artigianale sotto le stelle, in compagnia di Panino Tondo, Pesce Pane e i gelati di Carapina. Che street food sia.

Pubblicità

 

Molo5 | Firenze | Lungarno Colombo, 27 | da maggio a metà settembre | www.molo5firenze.it

 

a cura di Livia Montagnoli

Pubblicità