Panorami mozzafiato, ambientazioni da kolossal hollywoodiano e poi i vini, quelli eroici d'alta quota. Ecco come è andata la prima edizione di Vins Extrêmes

Pubblicità

Grande successo per la prima edizione di Vins Extrêmes, la manifestazione dedicata alle viticolture eroiche delle montagne, dei terreni in forte pendenza e delle piccole isole, che si è svolta in Valle d’Aosta nello spettacolare scenario del Forte di Bard. Nel fine settimana sono state oltre mille i partecipanti che sono saliti per assaggiare non solo i vini delle aziende valdostane ma anche una rappresentanze delle viticolture difficili di Liguria, Piemonte, Lombardia, Calabria, Sicilia, Mosella, Ribeira Sacra, Banyuls, Savoie, Armenia. Nel presentare l’evento, Renzo Testolin, assessore agricoltura e risorse naturali della Valle d’Aosta, ha spiegato che “Vins Extrêmes nasce dalla volontà di far conoscere al grande pubblico il nostro territorio e la viticoltura di tutto l’arco alpino. Due giorni all’insegna dei territori estremi, del loro fascino, della loro storia e soprattutto dei loro vini”.

 

Concorso Internazionale Vini di Montagna

Durante la manifestazione si è svolta anche la premiazione dei vini che hanno partecipato al 23° Concorso Internazionale Vini di Montagna organizzato dal Cervim (Centro di Ricerca, Studi e Valorizzazione per la Viticoltura di Montagna, in Forte Pendenza e delle Piccole Isole) a cui hanno partecipato 602 vini presentati da 218 aziende. Tra i partecipanti l’Italia (259), Spagna (121) Germania (103), Svizzera (58), Francia (16), Portogallo (11), Slovenia (2), Grecia (2), Turchia (3). I vini premiati sono stati 191, di cui 4 grandi medaglie d’oro, 62 medaglie d’oro e 125 medaglie d’argento. Tra i premi speciali 2015 la Weingut Reis – Feine Weine ! Bridel (Mosella); Institute Agricole Regional – Aosta; Bodegas Balcon de La Laguna – San Cristobal de la Laguna (Isole Canarie); Provins Valais – Sion (Vallese). Roberto Gaudio, presidente del Cervim, commentando i risultati ha detto che “Siamo molto soddisfatti per i risultati raggiunti nella XXIII edizione del Concorso internazionale dei vini di montagna perché dopo la flessione dello scorso anno, siamo tornati a toccare i 600 vini iscritti. Per quello che riguarda la premiazione dei vini vincitori è stato un ritorno a casa. Dopo alcune edizioni, siamo tornati in Valle d’Aosta”.

Pubblicità

 

Forte di Bard e Age of Ultron

Vins Extrêmes si è svolta in vari ambienti del Forte di Bard, a cui si accede grazie a 4 ascensori/teleferica che dalla base del borgo portano sin sopra la piazza d’armi del complesso militare, posto strategicamente all’ingresso della Valle. Oggi la struttura perfettamente restaurata è diventata un polo museale, culturale e turistico. Recentemente i vari ambienti e i camminamenti scavati nella roccia sono stati utilizzati per il kolossal cinematografico Age of Ultron che vede protagonisti i Vendicatori della Marvel. Stefano Celi, presidente Vival, spiega che “L’idea di una manifestazione come Vins Extrêmes è nata dalla volontà di migliorare l’appuntamento biennale di Expo Vins con il coinvolgimento dei produttori dell’arco alpino, sia italiani che stranieri, oltre a produttori di altre aree della viticoltura eroica con l’obiettivo di dare un respiro più internazionale all’incontro”. Vins Extrêmes è stata organizzata da Assessorato regionale dell’agricoltura e risorse naturali, Associazione Forte di Bard, Cervim, Expo VdA, Vival e l’Institut Agricole Régional.

 

Il Cervim

Fondato nel 1987 sotto gli auspici dell’OIV, ha sede in Valle d’Aosta e opera promuovendo studi, ricerche e convegni e assicurando la sua presenza in tutte le sedi istituzionali e di settore ove si affrontano problematiche legate alla viticoltura, facendosi il garante degli interessi della Viticoltura di Montagna e in forte pendenza. Aderiscono al Cervim regioni ed organismi regionali, nazionali ed esteri, di Austria, Svizzera, Francia, Germania, Spagna, Portogallo e Italia.

Pubblicità

 

Vival

All’Associazione Viticoltori valdostani a aderiscono 25 produttori privati, sei cantine cooperative e l’Institut Agricole Régional. Il gruppo così composto rappresenta circa il 90% della produzione regionale di vino Doc e produce nel complesso circa 2 milioni di bottiglie destinate al mercato interno e internazionale

 

Vins Extrêmes | Forte di Bard | sabato 21 dalle 10:30 alle 19; domenica 22, dalle 10 alle 18) | http://www.vinsextremes.it/

 

a cura di Andrea Gabbrielli