16 Mag 2014 / 13:05

Copenhagen Street Food. 40 food truck, eventi, concerti, idee

a cura di
Cibo da tutto il mondo: genuino, economico, sostenibile. Nella capitale danese nasce un mercato dal look accattivante, tutto dedicato alla ristorazione su ruote con food truck e aree per concerti e festival. Gli spazi sono disponibili, mandate il vostro progetto.
Copenhagen Street Food. 40 food truck, eventi, concerti, idee
Cibo da tutto il mondo: genuino, economico, sostenibile. Nella capitale danese nasce un mercato dal look accattivante, tutto dedicato alla ristorazione su ruote con food truck e aree per concerti e festival. Gli spazi sono disponibili, mandate il vostro progetto.
a cura di
Tutta la gallery
Chiudi gallery

Lo street food cresce di popolarità, conciliando tradizione e radicamento con il territorio con format innovativi, idee ingegnose e una rinnovata fortuna che gli fa conquistare spazi e strade sempre più ampi. Si spingono oltre al ciglio delle piazze colonizzando anche i luoghi fino a poco fa destinati ad altre attività, per esempio il semplice commercio agroalimentare. È accaduto già a Parigi, Lione, Londra e altre città che ospitano esperienze entrate nell'immaginario dei foodies, come Borough Market o Portland Saturday Market; mercati che custodiscono angoli preziosi per l'offerta gastronomica. Anche in Italia si inseguono nuove formule per animare i vecchi mercati rionali con una proposta food moderna e accattivante.
E' invece notizia degli ultimi giorni che pure Copenhagen si aggiunge alla lista con il Copenhagen Street Food, il nuovo mercato al coperto situato in un complesso industriale concepito inizialmente per lo stoccaggio della carta, abbastanza grande da poter ospitare 40 food truck. La new entry danese si trova sull’isola Papirøen, nel porto della Capitale e vicinissimo al ristorante Noma dello chef René Redzepi.

L'ideatore è Jesper Møller, ristoratore con quattordici anni di esperienza alle spalle (dal ristorante del Museo Nazionale di Danimarca al cafè Toldboden), che ha poi coinvolto un altro famoso ristoratore della capitale danese Dan Husted. Il loro obiettivo è quello di creare un nuovo universo culinario a Copenaghen, approfittando di quello che i foodies danesi chiamano effetto Noma: "Questa città ha bisogno di un mercato folk e cheap, e Copenhagen Street Food offre finalmente uno spazio per tutti gli chef e gli imprenditori che non hanno la possibilità di investire grandi cifre, ma anche per gli artisti, i musicisti e chiunque voglia partecipare”, dice Jesper che incoraggia gli imprenditori a prendere parte al progetto.

Lo slogan ufficiale del nuovo mercato è Genuino, onesto ed estetico: l'offerta oltre a essere economica (ci sono piatti per meno di 8 euro, ovvero 50 corone danesi), deve focalizzarsi su prodotti bio ed ecosostenibili; non solo, il mercato rappresenta in tutto e per tutto l'estetica nordica, quindi tavoli di legno, vecchi gazebo riconvertiti in ristoranti, candele ovunque e, nei giorni di sole, sdraio che affacciano sul canale della città. Il sogno di Husted e Møller è che si converta in un centro di riferimento per gli amanti della gastronomia a prezzi abbordabili e apra le porte a nuove esperienze: “La cultura dello street food è una delle tendenze culinarie attualmente più importanti e vorremmo che questo progetto diventi una sorta di incubatore di imprese concreto, dove piccoli imprenditori della ristorazione possano investire senza rischiare troppo, in modo tale che la loro unica preoccupazione sia quella di cucinare bene”, spiega Husted. Venendo all'offerta, si possono trovare piatti danesi, cubani, belgi, tailandesi, italiani e francesi ma tutto è work in progress. Tra l'altro il look rustico del vecchio emporio commerciale si presta ad essere anche un'attrazione che va al di là della gastronomia, infatti l'idea è quella di organizzare concerti e di ospitare vari festival, dall'Oktoberfest al mercatino di Natale.

Chiunque lo desideri può affittare uno spazio in questo emporio. Nel sito del Copenhagen Street Food ci sono tutte le informazioni necessarie per potersi candidare, quindi, se siete interessati, fatevi avanti e inviate i moduli di richiesta con la descrizione del progetto e del menu pensato, meglio se con prodotti biologici. Il Food Committee valuterà le domande in base ai concetti quali sostenibilità, prezzo, qualità, aspetto e originalità. L'affitto è di 2.500 DKK (circa 335 euro) al mese e a questi vanno aggiunti 4.000 DKK (circa 535 euro), una sorta di cassa comune per i vari eventi in programma e per sostenere l'azienda Thorshøjgaard di Niels Stokholm, uno degli ultimi allevatori rimasti di bovini di razza Rossa Danese.

Copenhagen Street Food è una novità che si inserisce in un contesto ben consolidato come quello danese, diventato oramai meta gastronomica. Tanto che vengono organizzati anche dei tour guidati per incontrare alcuni dei protagonisti della cucina nordica, Noma in primis ma anche Geranium e Relæ. Se invece si preferisce la cucina casalinga, c'è l’iniziativa Cenare con i danesi grazie alla quale si entra in contatto con la gente del posto. Un'altra opportunità per tuffarsi nella gastronomia nordica è il Copenhagen Cooking Festival, in programma dal 22 al 31 agosto 2014.


Copenhagen Street Food | Danimarca | Copenhagen | Trangravsvej 14, hal 7/8 | copenhagenstreetfood.dk

a cura di Annalisa Zordan
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition | JP edition