21 Nov 2014 / 11:11

Expo 2015. Presentati a Milano i primi cinque Chef Ambassador: Ugo Alciati, Enrico Bartolini, Cesare Battisti, Ernst Knam e Davide Oldani

Ognuno degli chef ha scelto di indicare un ingrediente rappresentativo dei valori che l’Expo 2015 si prefigge di promuovere. I cinque rappresentanti dell’alta gastronomia italiana, cui si aggiungeranno presto Moreno Cedroni, Carlo Cracco e Pietro Leeman, hanno aderito al più ampio progetto Ambassador, mirato a creare una rete internazionale di opinion leader che prestino il proprio volto per sostenere il tema Nutrire il Pianeta. In una video intervista ognuno racconta il suo prodotto, che sia zafferano, cacao, latte o riso.
Expo 2015. Presentati a Milano i primi cinque Chef Ambassador: Ugo Alciati, Enrico Bartolini, Cesare Battisti, Ernst Knam e Davide Oldani
Ognuno degli chef ha scelto di indicare un ingrediente rappresentativo dei valori che l’Expo 2015 si prefigge di promuovere. I cinque rappresentanti dell’alta gastronomia italiana, cui si aggiungeranno presto Moreno Cedroni, Carlo Cracco e Pietro Leeman, hanno aderito al più ampio progetto Ambassador, mirato a creare una rete internazionale di opinion leader che prestino il proprio volto per sostenere il tema Nutrire il Pianeta. In una video intervista ognuno racconta il suo prodotto, che sia zafferano, cacao, latte o riso.
Manovre di avvicinamento a Expo 2015. Per la grande macchina organizzativa dell’Esposizione Universale, che accoglierà visitatori da tutto il mondo a partire dal mese di maggio 2015, è giunto il momento di presentare i primi cinque Chef Ambassador che hanno scelto di interpretare il tema della manifestazione Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. Cinque personalità rappresentative della ristorazione meneghina (e non solo) presentate nel pomeriggio del 19 novembre al pubblico dell’Expo Gate di via Beltrami, che hanno prestato la loro intelligenza gastronomica all’elaborazione di riflessioni culinarie giocate su prodotti semplici, ma significativi.
Loro sono Ugo Alciati, Enrico Bartolini, Cesare Battisti, Ernst Knam e Davide Oldani; a ognuno un ingrediente. Nell’ordine, lo chef del ristorante Guido di Serralunga D’Alba (Ugo Alciati) ha scelto di cimentarsi con il latte, Bartolini alla guida del Devero ha proposto la melanzana, Cesare Battisti dal Ratanà interpreta un classico della tradizione milanese come il riso, il celebre pasticcere Ernst Knam non si fa mancare il cacao, mentre l’ideatore del D’O di Cornaredo punta sullo zafferano. I cinque chef, ripresi nei rispettivi ristoranti, hanno raccontato in una video intervista cosa si aspettano dall’Expo motivando la scelta dell’ingrediente che può rappresentarla al meglio, aderendo così al più ampio progetto Ambassador, volto ad approfondire il tema gastronomico anche grazie alla collaborazione tra Expo 2015 S.p.a e Identità Golose, che si rinnova sulla scorta dei pranzi tematici del Semestre Europeo.
Ma il fine ultimo dell’iniziativa Ambassador è quello di creare una rete di opinion leader che veicoli a livello internazionale i valori dell’Expo, che si tratti di filosofi, giornalisti, scrittori, creativi, attori, musicisti o chef, accomunati dalla voglia di contribuire in prima persona con spunti di riflessione sulla manifestazione universale. Finora sono più di 70 le personalità che hanno aderito al progetto.
Per il mondo dell’alta ristorazione, oltre ai cinque chef già presentati, si conta l’adesione di Moreno Cedroni – che sceglie l’olio extravergine d’oliva – Carlo Cracco – con l’uovo, forse simbolo più celebre della sua cucina – e Pietro Leeman con il grano saraceno.


Tutti i contributi sono visibili su www.expo2015.org/it/cos-e/ambassador
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition