13 Gen 2015 / 09:01

I Cento di Roma 2015. Le migliori tavole capitoline suddivise tra trattorie pop e ristoranti top. In vetta Heinz Beck, migliore trattoria Sora Maria e Arcangelo

La seconda edizione della guida di EDT torna a segnalare gli indirizzi da non perdere in città, tra alternative per tutte le tasche che preservano la tradizione romana a tavola e alta cucina rappresentata dai grandi chef del panorama capitolino e dintorni. Segnalati anche dieci validi indirizzi di cucina etnica. Sul podio della Top 45 Heinz Beck, Anthony Genovese e Salvatore Tassa.
I Cento di Roma 2015. Le migliori tavole capitoline suddivise tra trattorie pop e ristoranti top. In vetta Heinz Beck, migliore trattoria Sora Maria e Arcangelo
La seconda edizione della guida di EDT torna a segnalare gli indirizzi da non perdere in città, tra alternative per tutte le tasche che preservano la tradizione romana a tavola e alta cucina rappresentata dai grandi chef del panorama capitolino e dintorni. Segnalati anche dieci validi indirizzi di cucina etnica. Sul podio della Top 45 Heinz Beck, Anthony Genovese e Salvatore Tassa.
Tutta la gallery
Chiudi gallery
Le migliori cento tavole della città, quelle che sanno preservare la tradizione gastronomica capitolina. La guida I Cento di Roma nella sua ultima edizione – che sarà presentata il prossimo 15 gennaio da Romeo alla presenza di curatori e autori della guida – raccoglie e descrive a favore di commensale ristoranti e trattorie storiche, purché sappiano portare in tavola lo spirito autentico di Roma e la cucina di qualità.
Quarantacinque ristoranti, altrettante trattorie e dieci indirizzi per mangiare etnico in una metropoli che lentamente comincia a offrire una buona proposta anche sul fronte delle insegne straniere d’adozione romana.
La seconda edizione della guida, pubblicata da EDT nell’ambito della collana di guide della ristorazione delle città italiane, conferma così un approccio consolidato, suggerendo le alternative più economiche nella categoria Trattorie Pop, che elegge un vincitore di sezione assegnandogli il titolo di Migliore trattoria 2015. Quest’anno il riconoscimento va a Sora Maria e Arcangelo.
Sul fronte dell’alta cucina la guida ordina dal primo al quarantacinquesimo posto i Ristoranti Top di Roma e dintorni, con una top five che parla chiaro: re indiscusso della scena capitolina è Heinz Beck, dall’alto del pluripremiato La Pergola del Rome Cavalieri; a seguire Il Pagliaccio di Anthony Genovese, le Colline Ciociare di Salvatore Tassa (ad Acuto), Metamorfosi di Roy Cacerese la Trota dei fratelli Serva (che quest’anno hanno conquistato le Tre Forchette del Gambero Rosso. Solo 22° invece l’Enoteca La Torre di Danilo Ciavattini, l’altra new entry capitolina tra i triforchettati dell’edizione 2015 di Ristoranti d’Italia). A seguire, la classifica completa dei Top 45.


I Cento di Roma 2015 | EDT editore,124 pagine, prezzo di copertina 9,90 euro



Top 45 Roma
1 La Pergola del Rome Cavalieri
2 Il Pagliaccio
3 Colline Ciociare
4 Metamorfosi
5 La Trota
6 Pipero al Rex
7 Imàgo
8 Glass Hostaria
9 The Cesar de La Posta Vecchia
10 All’Oro − The First Luxury Art Hotel
11 Enoteca Achilli al Parlamento
12 ilSanlorenzo
13 Acquolina Hostaria in Roma
14 Oliver Glowig
15 Open Colonna
16 Pascucci al Porticciolo
17 Ristorante Roscioli
18 Il Granchio
19 Antonello Colonna Vallefredda Resort
20 Il Tino
21 Marzapane Dolce & Cucina
22 Enoteca La Torre a Villa Laetitia
23 L’Arcangelo
24 Il Convivio Troiani
25 Romeo Chef and Baker
26 Aroma dell’Hotel Palazzo Manfredi
27 Al Ceppo
28 Trattoria Epiro
29 La Rosetta Ristorante Oyster Bar
30 Giuda Ballerino
31 Agata e Romeo
32 Settembrini Vino e Cucina
33 Massimo Riccioli Ristorante Bistrot all’Hotel Majestic
34 Primo al Pigneto
35 La Baia
36 Bistrot 64
37 Trattoria Monti
38 Arco Antico
39 Osteria dell’Orologio
40 Sora Lella
41 Albos Club da Rosario
42 Ristorante Coromandel
43 Stazione di Posta
44 Pastificio San Lorenzo
45 The Corner
Precedente
Successivo

Partecipa alla discussione

Copyright 2015
Gambero Rosso Spa
P.Iva06051141007, Italy
All Rights Reserved

EN edition