Un viaggio della memoria alla scoperta della Trinacria, in una carrozza anni '30 in giro per le più suggestive linee ferroviarie dell'isola. Torna il programma itinerante della Fondazione FS Italiane e Regione Sicilia, che quest'anno si arricchisce di tanti percorsi gastronomici. 

 

Il progetto

Attraversare la Sicilia, con i suoi paesaggi, i suoi scorci mozzafiato, le sue sfumature cromatiche, assaporandone tutti i sapori migliori: è l'itinerario studiato da Fondazione FS Italiane e Regione Sicilia, un percorso alla scoperta delle bellezze regionali, quelle storiche, naturalistiche, artistiche, ma anche gastronomiche. Si chiama I treni storici del gusto e, come si intuisce dal nome, si tratta di un'iniziativa (già collaudata lo scorso anno) che in questa edizione si arricchisce di tante ghiotte novità. 23 itinerari a bordo di una carrozza anni '30, da Ragusa a Siracusa, passando per i centri storici di Modica, Noto, Scicli, Ragusa Ibla, e poi le linee costiere, la jonica e la tirrenica, che approderanno a Taormina, Catania, Cefalù, Palermo e Messina.

La gastronomia

Un viaggio che comincerà il prossimo 28 luglio e proseguirà fino a dicembre, fra patrimoni archeologici (la linea storica Agrigento, da Porto Empedocle al parco archeologico di Akragas, da Palermo a Segesta), e gastronomici. Sarà infatti la ricca cultura culinaria dell'isola la protagonista dell'iniziativa: i viaggiatori potranno degustare - a bordo del treno e a terra - tanti piatti tipici locali, prendendo parte a sagre, manifestazioni culturali, eventi e festival in scena nei vari comuni, alla scoperta dei prodotti del territorio, le specialità e le ricette più antiche che nel tempo hanno forgiato l'identità dei vari borghi.

Il turismo lento

Una manifestazione itinerante concepita all'insegna del turismo lento, modello di viaggio sempre più in voga che alla fretta e la velocità preferisce il relax e la calma, ritrovando del tempo di qualità da spendere in visite guidate, lunghe passeggiate nella natura e soste rinfrancanti di fronte a un buon piatto. 50 corse per esplorare gli angoli più belli della Sicilia e assaggiare i prodotti migliori, all'insegna della condivisione e della convivialità, facendosi guidare dalla celebre carrozza “centoporte” dal fascino retrò.

I percorsi

A inaugurare il percorso, il “Treno dei pani votivi, feste del mare e dolci conventuali”, che percorrerà la valle dei templi di Agrigento, ma ci sarà anche il “Treno della cucina di strada e dei riti del mare”, che da Catania arriverà alle Gole dell'Alcantara, il “Treno del pistacchio” e quello del barocco, il “Treno del torrone, del cioccolato e di altre dolcezze”, da Caltanissetta a Modica, il “Treno delle pizze, focacce e ciambelle”, il “Treno delle dolci devozioni”, da Catania a Dittaino, il “Treno del gelato nelle terre dei Nebrodi”, da Messina a Palermo, il “Treno dei dolci e dei formaggi del Val di Mazara”, da Palermo a Caltanissetta, il “Treno dell'olio e del pane nero”, da Palermo a Castelvetrano, tanto per citarne alcuni. Per un viaggio del gusto che ai profumi della Sicilia coniuga i tesori più belli dell'isola.

www.fondazionefs.it/content/fondazione/it/it/notizie/archivio/2018/7/12/treni-storici-del-gusto-sicilia-2018.html

a cura di Michela Becchi