Il Maine chiede aiuto all’Italia per salvare le sue coste dall’invasione dei granchi. Gli effetti del surriscaldamento delle acque ha portato alla proliferazione dei voraci green crab, che stanno letteralmente distruggendo i litorali dello Stato americano: a tentare di risolvere il problema potrebbero essere i veneziani, esperti pescatori di moeche della Laguna. 

Pubblicità

I pescatori della Laguna in aiuto del Maine

Fino a qualche anno fa era un fenomeno interessante da osservare, adesso è diventato un vero e proprio problema ambientale: è l’invasione delle coste del Maine da parte dei green crab, granchi voraci e molto prolifici, che divorano molluschi e crostacei in tenera età, riducendone la popolazione in maniera drastica.

Di origine europea, il granchio verde (Carcinus maenas) è una specie invasiva arrivata negli Stati Uniti intorno agli anni ‘50, probabilmente trasportata con le zavorre delle navi. Questo tipo di granchio è una fra le specie a più alto impatto rispetto alle attività di pesca: spazza via alghe, larve, molluschi e crostacei con una voracità pari a nessun altra varietà. Basti pensare che il famelico granchio verde è capace di mangiare fino a 40 vongole al giorno!

Se non puoi sconfiggerli, cucinali!

Per questo motivo i pescatori e i biologi del Maine hanno chiesto aiuto ai veneziani di Pellestrina, Burano e della Giudecca. Paolo Tagliapietra, esperto pescatore di moeche, è volato a Georgetown per spiegare come riuscire a riconoscere quel particolare momento in cui il granchio lascia il carapace, ed è più facile pescarlo per cucinarlo. Perché la soluzione per contenere il problema del Maine potrebbe essere proprio la ristorazione. Seguendo l’esempio della cucina lagunare: le moleche, moeche in veneziano, sono i granchi della Laguna veneta in fase di muta. In quel momento è possibile pescarli per trasformarli nel piatto in ricette gustose, tra le specialità della cucina veneziana. Ma la muta avviene in poche ore, in due periodi specifici dell’anno: tra aprile e maggio e tra ottobre e novembre. Saper riconoscere il preciso momento in cui questo avverrà è un’abilità che si acquisisce col tempo, e che nella laguna viene tramandata da tempo immemore.

Pubblicità

E infatti nella cucina veneziana le moeche sono una vera e propria prelibatezza per gourmet. Secondo due ricette tradizionali: nella prima si tagliano le moeche sulla schiena per far fuoriuscire l’acqua rimasta, poi si impanano e si friggono; ma c’è anche chi le impana vive nell’uovo sbattuto, per poi tuffarle nell’olio. In alternativa potete assaggiare le masanete, le femmine dei granchi pescate a settembre, quando sono piene di uova, bollite e condite con olio e prezzemolo

Il progetto di consulenza veneto-americano

Nel frattempo la questione dei green crab del Maine sta diventando sempre più attuale, tanto da scatenare uno “scontro” tra istituti di ricerca universitari: l’Università del Maine chiude la porta ai pescatori veneziani, mentre la Northeastern University ha deciso di approfondire l’ipotesi di un aiuto più duraturo. Per il momento il progetto è in fase preliminare e sta aspettando di trovare dei finanziamenti che possano sostenere la “spedizione” di una squadra veneta con l’obiettivo di studiare da vicino il particolare periodo della muta.

 

a cura di Francesca Fiore

Pubblicità