È tra gli indirizzi più quotati in città per la sua atmosfera rilassata, la cucina originale e confortevole, la gestione informale e il servizio impeccabile. Specialmente all’ora del brunch. Dall’inizio di luglio, il secondo locale di Anna Hansen regalerà agli estimatori del genere un nuovo ritrovo, nello spazio ristrutturato di un edificio georgiano. Ecco cosa si mangerà.
Pubblicità

English brunch. Una questione culturale

Al giorno d’oggi è difficile trovare un locale che non proponga il brunch del fine settimana, poco importa se, rapportata alla cultura gastronomica italiana, la tradizione in arrivo dal mondo anglosassone abbia finito per trasformarsi molto spesso (con qualche valida eccezione in termini di qualità e proposta gourmet) in una formula ibrida all’insegna del buffet che vorrebbe essere pranzo, ma cerca di strizzare l’occhio agli amanti della colazione all’inglese, introducendo improbabili caffè lunghi, uova e bacon fritti accanto a un piatto di spaghetti con le vongole.
Quel che è certo è che la moda del brunch, così come importata in Italia dai primi pionieri anni fa, non è più moda, e anzi si è trasformata in un’abitudine radicata a cui molti non saprebbero rinunciare. Ma è pur vero che la patria indiscussa del genere resta il Regno Unito, e Londra – con la sua scena gastronomica vivace – ha molto da offrire anche al capitolo brunch.

The Modern Pantry. Una formula di ristorazione vincente

Una dimostrazione tangibile e difficilmente eguagliabile per originalità, varietà e livello dell’offerta? The Modern Pantry nella gradevole St. John’s Square, Clerkenwell (se non ci siete mai stati, segnatevi l’indirizzo per il prossimo tour londinese). Ambiente impeccabile e accogliente, atmosfera rilassata e una filosofia semplice a regolare la cucina – guidata dal 2008 da Rob McLeary in affiancamento alla regina della casa, Anna Hansen, che a Londra tutti definiscono la regina del brunch e indubbiamente è tra le chef al femminile più interessanti in città – : deliziare gli ospiti con piatti per tutti i giorni eseguiti con cura e ingredienti di qualità.
Una carta vincente che ha fatto guadagnare all’insegna diverse segnalazioni in guida Michelin (per la categoria Bib Gourmand), l’apprezzamento della critica e la stima di un pubblico affezionato, che a breve (già all’inizio di luglio) potrà approfittare di un nuovo grande spazio plasmato a immagine e somiglianza del primo ristorante.

Pronti per il raddoppio. Il nuovo The Modern Pantry

La regina del brunch raddoppia e annuncia l’apertura del suo secondo locale in Finsbury Circus, ancora una volta improntato sulla proposta che ha reso celebre la casa madre, non solo per l’appuntamento con il brunch, ma anche per il servizio di pranzo e cena in stile fine dining restaurant. L’apertura si preannuncia come una delle più interessanti novità estive del panorama londinese e sfrutterà il pian terreno di un edificio georgiano all’angolo con Finsbury Square, dove sorgeranno un tapas bar, il ristorante e uno spazio riservato per eventi e ospiti in cerca di tranquillità.
Di particolare interesse la formula del tapas bar (aperto non stop dalle 11 alle 23), che presenterà ai commensali seduti al banco una serie di variazioni sul tema di erbe e spezie di respiro internazionale, come il filetto alla liquirizia, soia e cardamomo, la zuppa di lemongrass e piselli o le costolette di agnello grigliate con fieno greco e mango disidratato con pesto al pistacchio e ortica. Altrettanto interessante la carta del ristorante, che si preannuncia sperimentale quanto basta per attirare l’interesse dei gourmet in cerca di novità, ma pur sempre protetti dall’ambiente informale che il “marchio” Modern Pantry sa garantire.
Decisamente un nuovo indirizzo da inserire in agenda se programmate un viaggio nella capitale inglese.

Pubblicità

The Modern Pantry 2 | 14-18 Finsbury Square, EC2A 1BR, Londra |dalle 7 alle 23 (il tapas bar dalle 11), apertura prevista per l’inizio di luglio | www.themodernpantry.co.uk/