Nom è la piattaforma per aspiranti chef in live streaming online. Dal fondatore di You Tube

5 Apr 2016, 10:00 | a cura di Livia Montagnoli

Tutti possono iscriversi, aprire un canale e trasmettere dalla cucina di casa propria, mentre spadellano ai fornelli. In diretta sul web. Gli altri commentano, giudicano, condividono. Ecco il Periscope a tema gastronomico. 

Pubblicità

Da You Tube a Nom

Sapete chi è Steve Chen? Il fondatore di You Tube. Era il 2005, presto l'invenzione sarebbe diventata uno strumento indispensabile per la condivisione di contenuti video online; non a caso, oggi la piattaforma appartiene a Google. Insomma, Steve Chen si direbbe una persona che di comunicazione digitale ne capisce qualcosa. E la comunicazione al tempo del food porn non sembra poter prescindere da spadellamenti e ricette amatoriali gourmet, anche sul web. Nasce così una sorta di Periscope – tanto per restare in ambito social – a tema gastronomico, ribattezzato Nom. Una piattaforma online dedicata a cuochi professionisti, appassionati di cucina e casalinghe con il vezzo della condivisione. Tutti coloro che amano mettersi ai fornelli e sperimentare in cucina, perché un momento di celebrità in rete non si nega a nessuno, figuriamoci se l'obiettivo è quello di regalare a chiunque la possibilità di sentirsi Masterchef per dieci minuti. E così la cucina domestica si trasforma nel set perfetto per le riprese amatoriali, disponibili in streaming live per tutti gli utenti connessi sull'app (per ora solo su iOS come Nom Live, presto anche per Android).

 

Ricette in live streaming. Come funziona Nom

Ogni utente iscritto può diventare protagonista del proprio cooking show in qualunque momento della giornata, riprendendosi mentre si cimenta con fuochi e coltelli tramite pc, tablet o smartphone. In termini tecnici l'aspirante chef apparirà sul proprio canale ogni qualvolta avrà voglia di condividere una nuova ricetta con i propri spettatori, che a loro volta saranno liberi di partecipare alla diretta con domande, commenti, curiosità sui piatti in corso di preparazione. Allo sviluppo dell'applicazione ha lavorato negli ultimi mesi un team di creativi, chef, maker, ed è lampante come il nuovo servizio, se riscuoterà consensi, potrebbe diventare un ottimo strumento per food blogger ed eventi a tema gastronomico, oltre che per dimostrazioni e degustazioni organizzate da ristoranti e locali: “Nom fa al caso tuo se ami il cibo” ha dichiarato Steve Chen “Se hai un food blog e vuoi aumentare il tuo audience, se il tuo ufficio è la cucina di un ristorante”. E a differenza di Periscope, sulla cui diffusione capillare, a un anno dal lancio, non scommettono più in molti, Nom potrebbe avere dalla sua la specializzazione, puntando a radunare una comunità di food addicted devoti, in cerca di “colleghi” con cui condividere la propria passione (tanto da arrivare ad “abbonarsi” al proprio canale preferito, per non perderne nemmeno una trasmissione). In questo senso, l'idea ricalca più da vicino l'esperimento di successo di Twitch, una piattaforma online dedicata agli amanti dei videogiochi che vogliono condividere in tempo reale le proprie sessioni di gioco.

Pubblicità

E all'apparenza Nom sembra proprio un canale specializzato, con tanto di palinsesto per non perdere le “trasmissioni” in programmazione; e i video pubblicati (con estrema semplicità) restano a disposizione anche dopo la diretta. Sulla piattaforma, che per ora annovera principalmente video di area anglofona, sono già sbarcati celebri nomi della ristorazione, da Corey Lee a Michael Tusk. E gli investitori pronti a scommettere su Nom aumentano ogni giorno.

 

www.nom.com

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X