Il vino delle isole: Elba in Toscana

19 Feb 2014, 16:00 | a cura di Andrea Gabbrielli
Grandi, medie o piccole, le nostre isole sono un patrimonio di biodiversità che racchiudono fondamentali testimonianze del nostro passato, scambi culturali, tradizioni e trasformazioni. Ma che vivono anche grandi difficoltà nell'agricoltura, soprattutto quelle di estensione minore. Per dar conto della viticoltura di queste terre in mezzo al mare, continuiamo il nostro viaggio viaggio alla scoperta delle realtà enoiche delle nostra isole. Benvenuti all'Elba, la più grade tra le isole della Toscana.
Pubblicità

Elba - Portoferraio (42°48’72”N-10°19’77”E)
Ancora Toscana, ancora vino delle isole. Questa volte è il turno dell'Elba, la più grande dell'arcipelago che si estende per 223,5 kmq. Montuosa, come le altre isole vicine, supera i 1000 metri sul livello del mare con il Monte Capanne, che assicura variabilità dei microclimi nelle diverse esposizioni; un'isola ricca di sorgenti che favoriscono l'agricoltura, coste in gran parte scoscese e fondali molto profondi.

Inverni miti e non troppo piovosi, estati non troppo calde, bassa escursione termica ma grande varietà morfologica, con una zona orientale in cui sono riuniti i maggiori giacimenti di ferro dell’isola, un'area centrale caratterizzata dalla presenza di rocce sedimentarie che hanno dato luogo a terreni arenacei e argillosi e la zona più occidentale dominata dal Monte Capanne, una roccia formatasi con il lento raffreddamento del magma.

Nel passato l'Elba era un territorio di grande rilevanza vitivinicola, parliamo del periodo etrusco e romano, ma anche di secoli più recenti. Ne siano testimonianza i molti documenti che fanno riferimento alla qualità dei vini di questa terra, da Plinio a Ferdinando I de’ Medici, a Napoleone. Una produzione in crescita che si fermò nella seconda metà dell'800 a causa di agenti patogeni e parassiti, come l’oidio e la fillossera. Ma nei primi anni del nuovo secolo i vigneti, ricostituiti con portainnesti americani, hanno già occupato nuovamente gran parte dei territori dell'Elba, fino agli anni '50-'60, quando l'abbandono delle campagne generò anche un'abbandono delle vigne, che diminuirono e si spostarono nelle zone più pianeggianti lasciando incolti i terrazzamenti che si arrampicavano fino a circa 400 metri. Da allora in poi, progressivamente, il turismo ha sostituito la viticoltura e le superfici vitate sono scese a fine millennio a qualche decina di ettari, oggi sono circa 320 (di cui 172 iscritti agli Albi della Doc), nulla in confronto ai 5.000 ettari prefillossera e ai 3.000 degli anni '30. Ma il turismo ha anche generato un mercato di ritorno per i vini locali, specialmente nel periodo estivo, così le cantine che producono e imbottigliano negli ultimi anni sono aumentate, è nato un Consorzio di tutela in cui convergono circa trenta produttori, per la metà anche imbottigliatori.

Pubblicità

I principali vitigni a bacca bianca dell’isola sono Ansonica, Trebbiano toscano (Procanico), Biancone, Vermentino e Moscato mentre tra le rosse sono soprattutto Sangiovese e Aleatico a cui vanno aggiunte limitatissime presenze di Cabernet sauvignon, Syrah, Merlot, Ciliegiolo e Colorino.
L’Elba Aleatico passito o Aleatico passito dell’Elba è l’ottava Docg della Toscana, primo vino delle isole minori italiane a ottenere il riconoscimento. Nel disciplinare si apre all'eventualità di una produzione anche nell’Isola di Pianosa (territorio amministrativo dei comuni dell’Isola d’Elba) e si richiede che ogni operazione - appassimento delle uve (almeno 10 giorni sino a raggiungere un contenuto zuccherino minimo del 30%), vinificazione, conservazione, affinamento e imbottigliamento - sia effettuata nella zona di produzione. Attualmente sono iscritti all’Albo dei vigneti dell’Aleatico Docg circa 42 ettari. Nell’isola si possono produrre le Doc Elba bianco, Elba ansonica, Elba vermentino, Elba trebbiano toscano o Procanico, Elba rosato, Elba rosso, Elba riserva, Elba sangiovese. Inoltre sono Doc l’Ansonica passito del l’Elba, il Moscato passito dell’Elba e il Bianco passito dell’Elba.

LE AZIENDE

Acquabona
Marcello Fioretti, Lorenzo Capitani e Ugo Lucchini dal 1986 gestiscono l'azienda, una delle più famose dell'isola. Circa 17 ettari di vigneto coltivati secondo il programma europeo di riduzione dei fitofarmaci, sia in località Acquabona, dove c'è la cantina, che in altre zone dell’isola. 100.000 le bottiglie prodotte: classici vini isolani dall’Aleatico all’Elba rosso, anche nella versione Riserva, Igt toscano Voltraio, da uve Merlot e Syrah, bianchi Ansonica dell’Elba Doc, Elba bianco Doc, Bianco Igt Toscana da uve Vermentino e Viogner, profumati e gentili.
Acquabona | Portoferraio (Li) | loc. Acquabona, 1 | tel. 0565.933013 | www.acquabonaelba.it

Acquacalda
Circa 14 ettari vitati su terreni di antica tradizione agricola, molte le aree in pendenza, con terrazzamenti nella zona a est della cantina. Nella zona ci sono numerose sorgenti d’acqua impiegate per uso agricolo, da cui il nome “acquacalda”. La produzione è di circa 20.000 bottiglie l’anno tra Elba bianco, Ansonica e Vermentino, l’Elba rosso e piccole quantità di Moscato e Aleatico dalle omonime uve appassite.
Acquacalda | Marciana Marina (Li) | loc. Acquacalda | tel. 0565.998111 | www.tenutaacquacalda.com

Pubblicità

Agricoop Terre del Granito
Poggio alla Cavallina è un bellissimo vigneto che degrada verso il mare, la cantina è invece arroccata su un poggio. Oltre alla coltivazione della vite (su circa 12 ettari, dei quali 6 in affitto), i titolari hanno alveari propri e producono miele, e fanno attività ricettiva con due appartamenti da affittare. Terre del Granito produce circa 45.000 bottiglie, tra l’Elba rosso Le Doghe, l’Elba bianco nella versione classica e Le Ripe, Elba Ansonica Le Mure e l’Aleatico passito.
Agricoop Terre Del Granito | Campo nell’Elba (Li) | loc. Vallebuia, 10 | tel. 0565.987035 | www.agricoopelba.it

Arrighi Vigne&Olivi
Ex albergatore oggi appassionato viticoltore, Antonio Arrighi segue i suoi 6 ettari di vigneto di età superiore a 20 anni, in una zona collinare appena fuori del paese. Circa 15.000 le bottiglie prodotte, tra cui l’Elba bianco Doc Ilagiù, da uve Procanico, Ansonica e Biancone, tradizionalmente coltivate nell’isola. Interessante anche uno speziato Toscana Igt Tresse, ottenuto da Sangiovese, Syrah, Sagrantino, l’Elba rosso Centopercento, da sole uve Sangiovese e infine un Elba Aleatico, dolce, cremoso e piacevole.
Arrighi Vigne&Olivi | Porto Azzurro (Li) | loc. Pian del Monte | tel. 335.6641793 | www.arrighivigneolivi.it

Cecilia
Fondata nel 1990 da Giuseppe Camerini, oggi l’attività dell'azienda è seguita da suo nipote Lorenzo. Dopo i primi vigneti impiantati nel Podere La Casina, l'azienda si è sviluppata anche nei poderi I Marmi e Imarta, nell’area di Marina di Campo, toccando complessivamente 10 ettari vitati con una produzione di circa 50.000 bottiglie, tra cui Elba bianco, Ansonica, Vermentino, Elba rosso, Syrah, un Rosato, Moscato passito, Aleatico passito. Appassionato di matematica, Camerini ha riprodotto per l’etichetta uno dei tre sistemi di tassellatura ideati dal fisico matematico Roger Penrose.
Cecilia | Campo nell’Elba (Li) | loc. La Pila | tel. 0565.977322 | www.aziendacecilia.it

La Chiusa
Un suggestivochâteaudel '700 affacciato sul golfo, che ha ospitato Napoleone, circondato da un muro che racchiude i 20 ettari di proprietà, cui si deve il nome di La Chiusa. Qui si è sviluppata l’attività vinicola sin dall’epoca della sua costruzione ed è continuata nell’Ottocento con la famiglia Foresi. Dal 2003 la proprietà è passata ai Corradi. 9,50 ettari vitati, circa 50.000 bottiglie prodotte, in più olio extravergine d’oliva, miele e grappa. Tra i vini Elba, bianco, rosato e rosso e tre passiti molto caratteristici delle aziende, Ansonica, Moscato e Aleatico.
La Chiusa | Portoferraio (Li) | loc. Magazzini, 93 | tel. 0565 9330046 | www.tenutalachiusa.it

La Fazenda
L’azienda si estende per 15 ettari, con 1000 olivi piantati e 5 ettari vitati con Aleatico, Moscato, Vermentino, Procanico, Sangiovese, Merlot e Syrah. Un'azienda in pieno sviluppo con la costruzione di una nuova cantina e un agriturismo.
La Fazenda | Capoliveri (Li) | loc. Piana di Mola | tel. 335 7087773 | www.aziendaagricolalafazenda.com

La Galea
Appena 1 ettaro in prossimità dell’aeroporto per l'azienda di Giuliano Grazzini. Due i vini prodotti, Elba rosso e Aleatico dell’Elba passito, in tutto circa 7.000 bottiglie.
La Galea | Campo nell’Elba (Li) | loc. La Galea | tel. 0565.977827 | [email protected]

La Lecciola
Circa 2.000 bottiglie di Elba bianco, da uve Procanico e Vermentino prodotte dall'azienda-agriturismo. Insieme al vino anche frutta, ortaggi e animali da cortile.
La Lecciola | Rio nell’Elba (Li) | loc. La Lecciola | tel. 349 3541404 | www.lalecciola.com

Mazzarri
La cantina risale al 1860, ma negli anni '90 dello scorso secolo è stata ristrutturata e dotata di moderne attrezzature per completare il lavoro fatto in vigna, circa 2,5 ettari a Lacona, con terreni particolarmente vocati all’agricoltura. Mazzarri producono olio extravergine, e circa 5.000 bottiglie: Elba bianco e Elba rosso Vignanuova, con le sole uve Sangiovese o con Sangiovese e Cabernet sauvignon, inoltre anche un Passito bianco e un Aleatico dell’Elba.
Mazzarri | Capoliveri (LI) | loc. Lacona tel. 347.3342676 | [email protected]

Mola
Acquistata dalla famiglia Pavoletti nel 1956 e rinnovata nei vigneti nel 1994 a partire da una selezione massale degli impianti, l’azienda si estende per 32 ettari di cui 10 vitati a Sangiovese, Cabernet, Aleatico, Malvasia, Vermentino e Ansonica per i bianchi. Da queste uve si ottengono l’Elba bianco Casa degli Aiali, l ’Ansonica dell’Elba, l’Elba rosato Meridio, l’Elba rosso Gelsarello anche nella versione in piccole botti e l’Elba rosso Riserva da uve Sangiovese e Cabernet sauvignon, infine l’Aleatico dell’Elba passito.
Mola | Capoliveri (Li) | tel. 0565 958151 | [email protected]

Monte Fabbrello
Di proprietà della famiglia Galletti, l’azienda – che è anche agriturismo - ha complessivamente 6 ettari di vigneto di cui 2 in affitto. Circa 30.000 le bottiglie prodotte, in una decina di etichette. Dall’Elba bianco Le Giuncaie alla versione Contessa Castori da uve Procanico, Ansonica, Vermentino. Elba Ansonica Doc,Vermentino Igt Trassassi, Elba rosso Le Lenze da uve Sangiovese e Merlot e Elba rosso Riserva Bonfiglio, Sussurro del Vignaiolo Toscana rosso Igt, e naturalmente l’Aleatico e l’Ansonica passito.
Monte Fabbrello | Portoferraio (Li) | loc. Schiopparello, 30 | tel. 0565 933324 | www.montefabbrello.it

Pam
2 ettari di vigneto e circa 15.000 bottiglie tra Elba bianco e rosso oltre a Moscato e Aleatico. Inoltre l’azienda della famiglia Corina produce anche ortaggi e olio extravergine.
Pam | Porto Azzurro (Li) | loc. Gelsarello | tel. 0565 960139

Fattoria Delle Ripalte
La Fattoria delle Ripalte ha le sue radici in una azienda elbana fondata dal Conte Tobler nel 1896, posizionata sull’estremità sud-est dell’Elba, ricca di spiagge, cale e baie intagliate nelle scogliere. L'attività turistica dal 2002 è stata affiancata da quella vitivinicola. 420 ettari di proprietà di cui una quindicina vitati. Oggi è Pier Mario Meletti Cavallari, noto vignaiolo bolgherese, che porta avanti l'azienda, e propone un Toscana Igt Vermentino, un Toscana Igt Rosso delle Ripalte e l’Aleatico Alea Ludendo.
Fattoria Delle Ripalte | Capoliveri (Li) | loc. Ripalte | tel. 0565.94211 | www.fattoriadelleripalte.it

Sapereta
Una storica famiglia di agricoltori, quella dei Sapere, che risale al 1600. L'azienda, nata nel 1927, oggi è in mano a Italo Sapere e conta 12,5 ettari di vigneto di proprietà e 1,5 in affitto; coltiva biologicamente Procanico, Biancone, Ansonica, Vermentino, Chardonnay e Moscato mentre tra le uve a bacca rossa Sangioveto, Aleatico, Syrah e Alicante. La produzione dell'azienda (che è anche agriturismo) si aggira sulle 100.000 bottiglie, tra i vini più importanti l’Elba bianco Vigna Tea e Le Stipe oltre ad Ansonica e Vermentino. I rossi Vigna Tea e Vigna Pontecchio e i passiti Moscato, Aleatico e Ansonica.
Sapereta | Porto Azzurro (Li) | loc. Mola | tel. 0565.95033 | www.sapereonline.it

Le Sughere Di Montefico
L’azienda, di proprietà della famiglia Appiani, si estende per 40 ettari dei quali 10 coltivati a vigneto su terrazzamenti collinari in terreni particolarmente ricchi di scheletro e di minerali, nella parte orientale dell’isola. Ogni anno produce circa 100.000 bottiglie di vino tra cui l’Elba bianco e l’Ansonica, l’Elba rosato da uve Sangiovese, l’Elba rosso anche Riserva. Le Sughere è anche un’azienda agrituristica.
Le Sughere Di Montefico | Rio Marina (Li) | loc. Monte Fico | tel. 347.0849947 – 0565.1935260 | www.lesughere.it

Valdana
Appena fuori l’abitato di Portoferraio, l’azienda è una creatura di Alberto Falvo, già titolare di Avignonesi, e dei suoi soci bolgheresi, Filippo e Alessandro Pellegrini. Un'esperienza, quella della nota cantina toscana, che viene reimpiegata nella produzione dell’Aleatico passito dell’Elba Malvina.
Valdana | Portoferraio (Li) | loc. La Valdana | tel. 0586.677147

Valle di Lazzaro
Valle di Lazzaro, tranquilla località dell’Isola d’Elba, è il buen retiro di Stefano e Tiziana Farkas, vignaioli di successo nel Chianti Classico. L'azienda agricola dell'ottocento, che ospita anche un agriturismo, è posizionata in un anfiteatro naturale solcato da terrazzamenti. Liberata l'area da rovi, restaurati o ricostruiti i terrazzamenti, sono stati impiantati nuovi vigneti, circa 8 ettari, da cui derivano Vermentino, Aleatico e Sangiovese.
Valle di Lazzaro | Portoferraio (Li) | loc. Valle di Lazzaro, 103 | tel. 0565.916387 – 347.8100273 | www.valledilazzaro.com

Le Vigneantiche Gigliola del Bono
Circondata da 2 ettari di vigneto e da oliveti secolari, l’azienda si trova a 2 km da Portoferraio. Interamente coltivata in modo naturale, ha aderito alla “Banca del germoplasma” dell’Arsia per la tutela della biodiversità, inoltre è stata tra i fondatori dell’Associazione biologica agricoltori elbani. Produce un’Elba bianco, un Aleatico passito e un Vin Santo, oltre ad altri vari prodotti coltivati in azienda (olio, frutta, verdure.).
Le Vigneantiche Gigliola del Bono | Portoferraio (Li) | loc. Albereto | Via Pertini, 4 tel. 0565.915263 – 338.2990377 | [email protected]

Villa Mori
Di proprietà della famiglia Petucco, Villa Mori ha 4 ettari di vigneto. Produce circa 14.000 bottiglie tra Elba bianco, Elba rosso e Aleatico.
Villa Mori | Portoferraio (Li) | Lungomare S. Giovanni | tel. 0565.915653 | [email protected]

Per leggere Il vino delle isole: Palmaria in Liguria clicca qui
Per leggere Il vino delle isole: Capraia in Toscana clicca qui

a cura di Andrea Gabbrielli

cross
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram