Carabaccia

In sintesi

Difficoltà: Facile
Totale: 120 minPreparazione: 30 minCottura: 90 min
Portata: Primi
Ricetta di: Zuppe
Piatto regionale: Toscana

Il consiglio

La carabaccia appartiene all'antica cucina toscana e, in particolare, fiorentina. Secondo i fiorentini la celebre soupe à l'oignon dei francesi non sarebbe altro che una rielaborazione della carabaccia, portata in Francia dai cuochi di Caterina de' Medici, andata in sposa nel 1533 a Enrico di Valois e divenuta in seguito regina di Francia.

Preparazione

Spellate le cipolle, dividetele in due e affettatele sottilissime. Mondate il sedano, lavatelo e tritatelo grossolanamente. Scaldate l’olio in un tegame ampio e fatevi rosolare, a fuoco dolcissimo, il sedano e la salsiccia sbriciolata.

Quando la salsiccia avrà preso colore, versate nel tegame le cipolle affettate, mescolate e fatele cuocere per circa tre quarti d’ora. Durante questo tempo mescolate spesso e bagnate ogni tanto con un goccio di vino: le cipolle dovranno appassire senza prendere colore. Insaporite con sale e pepe, aggiungete il brodo caldo, incoperchiate e proseguite la cottura per un’altra mezz’ora.

Tostate il pane accomodatelo in una zuppiera o in quattro fondine e versatevi la zuppa calda alla quale, fuori dal fuoco, avrete amalgamato il formaggio. Attendete qualche minuto prima di servire.

In stagione si può arricchire la zuppa con circa 100 g di pisellini freschi che andranno aggiunti al momento in cui si versa il brodo.

Il consiglio

La carabaccia appartiene all'antica cucina toscana e, in particolare, fiorentina. Secondo i fiorentini la celebre soupe à l'oignon dei francesi non sarebbe altro che una rielaborazione della carabaccia, portata in Francia dai cuochi di Caterina de' Medici, andata in sposa nel 1533 a Enrico di Valois e divenuta in seguito regina di Francia.
  • Abbonati a Premium
      [polylang]
    X
    X