Pasta all’uovo fresca

Difficoltà
Facile
Tempo
30 min di preparazione, 0 min di cottura
Tipo di cottura
Nessuna
Dosi per
5 persone
Ingredienti
400 g di farina 00; 4 uova intere; sale
Il consiglio
Se desiderate una pasta più tenace, con più corpo e quindi con una maggiore tenuta alla cottura, sostituite un terzo della farina con altrettanta farina di grano duro [semola], tenendo presente che, in questo caso, la pasta avrà bisogno di una lavorazione più energica. Per una pasta dal gusto più morbido e accentuato, utilizzate due uova intere e quattro tuorli oppure, come in alcune zone delle Langhe, soltanto tuorli.
Preparazione

Preparazione: 30 + 2 ore e 30 minuti per il riposo

 

Setacciate la farina sulla spianatoia, fate una fontana larga e mettetevi le uova e un pizzico di sale. Dopo aver amalgamato le uova fra di loro con la forchetta, cominciate ad incorporare la farina, con la punta delle dita, prendendone poca alla volta, cominciando da quella all’interno.

 

A questo punto cominciate a lavorare il composto energicamente per circa un quarto d’ora, fino ad avere una pasta soda ed elastica con delle piccole bollicine sulla superficie. Raccoglietela a palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e lasciatela riposare per una mezz’ora.

 

La pasta andrebbe stesa con il mattarello ricavandone un grande foglio, sottile e uniforme con la superficie leggermente rugosa ma è un’arte che pochi possiedono quindi, se non avete sufficiente disinvoltura con lo strumento, ricorrete tranquillamente alla classica macchinetta a manovella che vi darà comunque un risultato apprezzabile.

 

Dividete la pasta in tre o quattro pezzi, appiattiteli un poco e passateli fra i rulli cominciando dallo spessore più largo e poi, via via, attraverso tutti gli altri per arrivare fino al penultimo.

 

Effettuate due o tre passaggi per ogni spessore piegando ogni volta la striscia in due e infarinate sempre leggermente la superficie esterna. Una volte pronte, lasciate asciugare le strisce di pasta ben distese, per una decina di munuti prima di tagliarle, a mano o con le apposite trafile, nel formato desiderato: tagliatelle, lasagne, tagliolini, maltagliati, ecc.

 

Allargate la pasta su un canovaccio leggermente infarinato e infine copritela con un altro canovaccio e lasciatela asciugare per un paio d’ore prima di cuocerla.

Abbonati a Premium
X
X