Polpo e patate in insalata

Preparazione

Data la consistenza delle sue carni, il polpo, specialmente se è un esemplare di grossa taglia, ha bisogno di un trattamento che serva a sfibrarlo.

Appoggiatelo sul lavello e battetelo più volte con un batticarne o con un pestello insistendo, ovviamente, sulle parti più spesse quindi, se già non l’ha fatto il pescivendolo, rovesciate la sacca e svuotatela completamente dalle interiora.

Rovesciatela ancora ed eliminate gli occhi e il becco posto nella parte inferiore in mezzo ai tentacoli. Infine lavatelo tenendolo sotto il getto dell’acqua e strofinandolo bene, fino a quando avrà perso il viscidume superficiale [per questa operazione potete usare una spugnetta abrasiva nuova].

Tuffatelo in abbondante acqua salata in ebollizione, coprite e lasciatelo cuocere dolcemente per circa un’ora, fino a quando sarà tenero [quando si prepara il polpo lessato, occorre fare attenzione al punto di cottura: se non è ben cotto risulta duro e indigesto, se lo è troppo si staccano le ventose, la carne tende a sfibrarsi e la pelle diventa viscida.

Il modo migliore per provare la cottura è quello di pungere un tentacolo con uno spiedino: se penetra con facilità il polpo è cotto al punto giusto]. Lessate anche le patate mettendole con la buccia in acqua inizialmente fredda quindi pelatele e tagliatele a fette spesse.

Quando il polpo è cotto, tiratelo su e spellatelo, passandolo leggermente con un coltello, facendo attenzione a non staccare le ventose. Tagliatelo a pezzetti e accomodatelo sul piatto da portata alternandolo con le patate.

Scartate l’aglio e mescolate l’olio con il succo di limone, il prezzemolo tritato, sale pepe. Distribuitelo su polpo e patate e servite la preparazione tiepida o fredda. Potete preparare l’olio aromatizzato in pochi secondi, utilizzando il forno a microonde.

Versate l’olio in una ciotolina e unitevi l’aglio spezzettato quindi fate funzionare il forno per 15-20 secondi alla massima potenza. Con questo sistema potete ottenere rapidamente l’olio aromatizzato in qualunque modo, utilizzando erbe aromatiche fresche: salvia, rosmarino, dragoncello, timo, erba cipollina ecc.

Abbonati a Premium
X
X